Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 16 Aprile |
Santa Bernadette Soubirous
home iconFor Her
line break icon

Leone Lucia Ferragni: il pudore che non c’è

Annalisa Teggi - pubblicato il 19/07/18

Ripeto, non sono qui a fare la bacchettona in casa altrui. «Probabilmente l’unica critica fondata è l’autocritica» diceva Chesterton a ragion veduta.

L’essenziale è invisibile agli occhi e visibile a Dio

E allora parlo di me: sono una mamma che mette di tanto in tanto foto dei figli online e senza ombra di dubbio sbaglio quando «uso» l’immagine dei miei bambini. Ci sono momenti belli di famiglia che non mi pento di condividere, perché parlano di relazione e dell’entusiasmo di piccoli momenti di bellezza vissuti assieme. So che c’è chi ritiene sbagliato anche questo tipo di pubblicazioni, ne prendo atto.




Leggi anche:
Kim Kardashian da regina dei selfie col pancione a campionessa dell’utero in affitto

Oltre a ciò, però, mi accorgo che talvolta tendo anche a pubblicare scatti che riguardano momenti privati dei bambini. È una forma di affetto subdola, viziata dall’allucinazione contemporanea chiamata «visibilità». Me ne rendo conto e sono convinta sia un errore. Manco di pudore, perché la vanità materna deborda in un’esuberanza di condivisione …

MATKA Z DZIECKIEM
Shutterstock

Allora, per curarmi da questo abbaglio, prometto a me stessa di fermarmi a pensare un po’ più spesso al Medioevo. Sì. Il Medioevo ancora una volta. Di recente un’amica mi ha fatto pensare allo sguardo degli scalpellini che hanno scolpito il Duomo di Milano: tutto il «tetto» è minuziosamente decorato, sebbene all’epoca non ci fosse nessun accesso per visitare la parte superiore della chiesa. Per chi era tutta quella meraviglia? Per gli occhi di Dio.

Ecco cos’è il pudore: è un entusiasmo gratuito che non ha bisogno di like. Quanto è difficile riappropriarci di questa gioia invisibile. Il pudore non è nascondere, ma è manifestare senza esibire. È esplodere di cura e di bellezza e di innamoramento senza nessun vincolo, di apparenza.
Ci sono fiori bellissimi sperduti in giungle profonde che nessun occhio umano vedrà mai. Quanto li ha amati Dio nel crearli? Quanto ama le mani invisibili che implorano aiuto al buio? Quanto ama il cuore di Leone (e di tutti i nostri figli) che nessun paparazzo in terra potrà mai mostrare?

  • 1
  • 2
Tags:
figlipudoresocial network
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
3
WIND COUPLE
Catholic Link
7 qualità per scegliere il partner secondo la Bibbia
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
FEMALE DOCTOR,
La Croce - Quotidiano
Atea e obiettrice di coscienza da 10 anni: “non ce la facev...
6
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni