Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 28 Febbraio |
Sant'Auguste Chapdelaine
home iconNews
line break icon

Nicaragua: il sanguinoso tramonto di un isolato Ortega

NICARAGUA,UNREST,CATHOLIC

Marvin Recinos | AFP

Monsignor Silvio Jose Baez speaks next to Cardinal Leopoldo Jose Brenes (C) and Papal Nuncio Stanislaw Waldemar Sommertag (L) upon arrival in Masaya, Nicaragua, on June 21, 2018. Members of the Catholic Church arrived in the city -- which this week declared itself in rebellion to president Daniel Ortega's rule -- "to avert another massacre" as it was under "disproportionate" attack from police and paramilitary forces, who, a human rights group said, were using AK47s and Dragunov sniper rifles against civilian residents.

Luis Badilla - Terre D'America - pubblicato il 18/07/18

Il presidente del Nicaragua mette la chiesa cattolica al centro di un’ampia operazione repressiva

Daniel Ortega, ex leader rivoluzionario e popolare del Nicaragua, divenuto oggi un piccolo despota, patetico e sanguinario, non ha più amici né alleati. Di tutti i leader sandinisti con i quali si batté anni fa contro la dittatura degli ultimi della famiglia dei Somoza – sostenuto dalla chiesa cattolica con capo l’allora arcivescovo Miguel Obando Bravo, “il più oppositore alla dittatura di Anastacio tra tutti gli oppositori” – oggi non è rimasto più nessuno a sostenerlo. Tutti, col passare degli anni, lo hanno abbandonato e si sono allontanati dal movimento sandinista di Ortega che, nelle presidenziali del 2017, ha trovato come candidato alla Vice presidenza per poter formare il tandem di governo, solo sua moglie, la poetessa, Rosario Murillo.

Ortega, in carica dal 2007, già rieletto due volte, dovrebbe ora governare fino al 2022, anno in cui, come è accaduto in passato, troverà tutti i meccanismi e pretesti “costituzionali” per ottenere un ulteriore mandato. Questo è ciò che meglio sa fare Ortega. Come governante, sia nel primo periodo 1979-1985, e ora dal 2007 ad oggi, si è sempre dimostrato piuttosto scarso nei risultati e, in sostanza, il Nicaragua di Daniel Ortega è lo stesso di quello della fine della dittatura dei Somoza, quasi 40 anni fa.

  • 1
  • 2
Tags:
nicaraguapersecuzione cristiani
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni