Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 23 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

8 motivi irrefutabili per i quali vi serve un direttore spirituale

SPIRITUAL DIRECTION

The Wild Goose | 4pm Media | YouTube

Blake Robinson - pubblicato il 18/07/18

L’esempio di Santa Faustina spiega bene l’importanza di un direttore spirituale. Il suo è stato fondamentale nello sviluppo di una delle più belle devozioni degli ultimi cent’anni, derivata dagli scritti e dall’insegnamento di questa santa polacca: la devozione alla Divina Misericordia.

Santa Faustina scrisse: “Se solo avessi avuto un direttore spirituale fin dall’inizio, non avrei sprecato tante grazie di Dio”.

Gesù disse alla santa: “Dal momento che te l’ho dato come direttore spirituale, l’ho fornito di nuovi lumi, affinché possa facilmente conoscere e comprendere la tua anima”.

Ci sono molte ragioni per le quali un direttore spirituale è un grande dono, ma eccone otto che penso valga la pena di considerare:

1. Si impara più rapidamente la vita spirituale:La ricerca conferma che impariamo più velocemente quando abbiamo un insegnante personale che ci guida in un argomento. Questo si applica in modo particolare alla vita spirituale, che implica fenomeni interiori che non possono essere facilmente discussi in gruppo. Quando è in ballo il Paradiso, perché non dovremmo scegliere il modo migliore per imparare?

2. Si naviga nel proprio mondo interiore: In Discernment of Spirits, padre Timothy Gallagher scrive che tutti noi abbiamo un “mondo spirituale interiore di movimenti e pensieri affettivi”, ma “senza indicazioni utili al riguardo tendiamo ad avere solo un senso vago e generico della loro esistenza in noi”. Queste “indicazioni utili” vengono offerte al meglio da un direttore spirituale, perché abbiamo bisogno dell’intimità di una conversazione privata per sentirci a nostro agio nel rivelare i movimenti del nostro cuore.

3. Si discerne come un professionista: Il diavolo ama camuffarsi da “angelo di luce” portando consolazione suggerendo iniziative “sante”. Se pregare di più e svolgere più volontariato sono elementi positivi in sé, possono lasciarci poco tempo per realizzare i nostri doveri bona fide nei confronti di Dio. Un direttore è prezioso per aiutarci a capire se i suggerimenti che ci vengono in mente provengono davvero da Dio.

4. Si scoprono gli ostacoli nascosti che ci bloccano: Vi potreste considerare dipendenti dai risultati, il che significa probabilmente che siete orgogliosi del vostro lavoro, provando ansia e preoccupazione quando fallite. O forse vi considerate concentrati sugli altri, ma questo potrebbe essere motivato dal fatto di volere che le persone vi amino. Con l’aiuto di un direttore spirituale possiamo analizzare le mezze verità che ci raccontiamo e iniziare a offrire le nostre ferite al Medico Divino.

5. Si pratica la “vera devozione”: Perché, come scrive San Francesco di Sales, “chiunque illustra la devozione in base alle proprie passioni e inclinazioni”, e possiamo essere certi che faremo lo stesso a meno che non cerchiamo l’aiuto di un direttore spirituale. Perfino gli apostoli sono caduti in questa trappola! Giacomo e Giovanni hanno chiesto di essere grandi, e Pietro si è opposto al progetto di Gesù.

6. Si mantiene un ritmo sostenibile: Senza l’aiuto di un direttore spirituale, anche l’Introduzione alla Vita Devota, che la Chiesa raccomanda fortemente e che io adoro, può essere facilmente esagerata da un giovane convertito zelante che cerca di diventare santo in una settimana. Questo descrive certamente il mio caso, e anziché un Padre amorevole Dio diventa un sorvegliante severo che richiede devozione su devozione, o così sembra. Lo stesso libro può essere considerato un ideale impossibile da qualcuno che non crede a ciò che Dio è in grado di fare nella sua vita. Se si ha l’aiuto di un direttore spirituale esperto, però, questi provvederà a far sì che la persona si muova al ritmo voluto da Dio.

7. Si scelgono i libri spirituali giusti: Non parlo solo di libri indubbiamente ortodossi. San Filippo Neri proibì al futuro cardinal Baronio di parlare delle cose ultime per via dell’effetto cupo che quell’argomento aveva sul futuro porporato, raccomandandogli invece di parlare della storia della Chiesa. Non tutti i temi spirituali beneficeranno la nostra anima, e un direttore spirituale può aiutarci a evitare quello che ci può danneggiare.

8. Si trova la volontà di Dio più facilmente: San Giovanni della Croce scrive sulla direzione spirituale: “Anche se cerchi la volontà di Dio, non la troverai mai con tanta certezza come sulla via dell’umile obbedienza tanto lodata e praticata da tutti gli scrittori devoti”. La parola “umile” è fondamentale. Richiede che diciamo quando pensiamo che un suggerimento del nostro direttore spirituale sarebbe troppo per noi.

Tags:
spiritualità
Top 10
See More