Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 05 Marzo |
San Giovanni Giuseppe della Croce
home iconSpiritualità
line break icon

6 lezioni che ho imparato nel confessionale

CONFESSION,CONFESSIONAL

Annie Spratt | CC0

Tom Hoopes - pubblicato il 16/07/18

Gesù fa cose diverse attraverso sacerdoti diversi... ma è sempre Lui

Papa Francesco si è assunto la missione di far riaccostare la gente alla Confessione.

“C’è gente che ha paura di avvicinarsi alla Confessione, dimenticando che là non incontriamo un giudice severo, ma il Padre immensamente misericordioso”, ha affermato.

Nelle mie Confessioni l’ho imparato bene, e ho appreso anche molto di più.

Ho imparato a prendere alcuni peccati più seriamente

Ho parlato una volta del sacerdote che ha ascoltato la mia prima Confessione all’università dopo molti anni di mancata frequentazione del sacramento. Cinque anni dopo, quando stavo per sposarmi, sono tornato nello stesso confessionale trovandoci lo stesso sacerdote. Ho elencato una serie di peccati, incluso “Ho nutrito del rancore nei cofnronti della mia fidanzata per circa una settimana”, e poi ho aggiunto “E non ho aiutato i miei compagni di stanza a pulire la casa quanto avrei dovuto”.

Il sacerdote si è rivolto a me in modo tagliente per la prima volta in cinque anni.

“Cos’è che hai fatto?”, mi ha detto.

“Non ho aiutato i miei compagni a pulire abbastanza la casa?”, ho detto.

“Non hai perdonato la tua fidanzata! Figlio mio, ti sposerai presto. Dovresti mettere ordine nella tua vita morale!”

Sono rimasto un po’ colpito dal suo commento, ma più ci pensavo – e ci ho pensato molto, per settimane, e poi per anni – più aveva senso. Cercavo il perdono e non volevo concederlo. Gesù stesso ha messo in guardia contro un atteggiamento del genere.

Ho imparato a prendere alcuni peccati meno seriamente

Un sacerdote premuroso nel confessionale può essere una grande benedizione, ma a volte lo è anche un sacerdote non troppo preoccupato.

Una volta, quando lavoravo nel distretto finanziario di San Francisco, un peccato che non ricordo più mi pesava parecchio sull’anima, ed ero convinto che fosse una cosa tremenda. Penso di essermi anche astenuto dal fare la Comunione per questo. Andai alla parrocchia francese a Chinatown e mi liberai l’anima.

“Tutto qui?”, disse il sacerdote stupito.

“Sì”, dissi.

“Beh, penso che questo tipo di cose succeda”, commentò lui, assegnandomi un’Ave Maria e poi affrettandosi a darmi l’assoluzione.

La sua indifferenza è stata un balsamo per la mia anima, convincendomi che dopo tutto quel peccato non era poi una gran cosa.

Ho imparato che non si può negoziare col peccato

Una volta mi sono confessato con un fantastico sacerdote a New Haven, Connecticut. Avevo cercato siti negativi su Internet, ma era una cosa collegata a una notizia, ero un giornalista, e quindi era mio dovere sapere di cosa stavo scrivendo.

L’ho detto nella Confessione, e poi mi sono affrettato ad aggiungere: “E non ho aiutato abbastanza in casa…”

“Aspetta, parliamo un po’ di più di quell’altra cosa”, mi ha detto.

“Del fatto di non aver aiutato in casa?”, ho chiesto.

“No, del peccato precedente”.

Il sacerdote mi ha poi sottoposto a un controllo incrociato che ha rivelato che le spiegazioni razionali che adducevo erano ben deboli. Non c’era bisogno di vedere in prima persona la parte più oscura della storia che stavo coprendo.

“Non puoi giocare con Dio Onnipotente”, mi disse. Da allora quelle parole hanno interrotto molte volte le mie presunte razionalizzazioni.

  • 1
  • 2
Tags:
confessionaleimpararepapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
Lucandrea Massaro
Benedetto XVI conferma la fedeltà a Francesco «Non ci sono due Pa...
6
PUSTYNIA
Felipe Aquino
Attenzione alle penitenze assurde in Quaresima
7
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni