Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Ecco com’è la voce di Dio secondo Sant’Ignazio di Loyola

GRASS IN THE BREEZE
Condividi

Ascoltate attentamente. Forse Dio cerca di parlarvi

Nei suoi scritti sul tema del discernimento degli spiriti, Sant’Ignazio di Loyola offre indicazioni specifiche su come identificare le voci che ascoltiamo nella nostra anima, nella preghiera o nello svolgimento dei compiti quotidiani. In particolare, il santo descrive le caratteristiche della voce di Dio.

Sant’Ignazio spiega che “è proprio di Dio e dei suoi angeli dare nelle loro mozioni vera allegrezza e gaudio spirituale, rimuovendo ogni tristezza e turbamento che il nemico induce”.

“È solo di Dio nostro Signore dare consolazione all’anima senza causa precedente, perché è proprio del Creatore entrare nell’anima, uscire e destare mozione in essa, traendola tutta nell’amore, di sua divina Maestà”, aggiunge.

“Se l’inizio, il mezzo e il fine sono tutti buoni e tendono pienamente al bene, è segno che procedono dall’angelo buono”.

Prima di poter discernere in modo appropriato queste voci nella nostra anima, bisogna però discernere lo stato in cui essa si trova.

Loyola scrive che se l’anima passa “di bene in meglio” l’angelo buono tocca “dolcemente”, mentre se va “di male in peggio” è vero l’opposto, e lo spirito positivo può sembrare veemente e cercare di riportarci nella giusta direzione.

In generale, se cerchiamo di avvicinarci a Dio, Egli ci parlerà nel silenzio del nostro cuore con pace e gioia. Probabilmente non avverrà nella forma di un terremoto, un fulmine o lingue di fuoco, ma com’è avvenuto con Elia con “un mormorio di vento leggero” (1 Re 19, 12).

E allora, la prossima volta che cercherete di discernere chi stia parlando alla vostra anima fermatevi e analizzate i passi di discernimento suggeriti da Sant’Ignazio. Forse Dio sta bussando alla porta del vostro cuore, desiderando offrirvi la pace e la gioia per soddisfare la vostra sete spirituale.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni