Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

“L’amore si paga solo con l’amore”: copiamo S.Teresa di Lisieux? Anche lei lo ha fatto…

WOMAN'S EYES
Condividi

Dai Santi del Carmelo a Fiorella Mannoia, risalendo fino a Pitagora, passando per Marco Aurelio e poi via via attraverso il Cantico dei Cantici, San Bernardo, Fernando de Rojas e Petrarca, ecco come si scambia la moneta nel “mercato” dell’amore

La logica della Grande Teresa, in uno dei passaggi più conosciuti della sua Autobiografia, è quindi quella di un amore che suscita un altro amore, poiché l’amore di Dio in Cristo attira l’amore umano in risposta al suo amore, come dirà Teresina prima usando le parole di san Giovanni della Croce poi quelle che sembrano prese da Teresa d’Avila. I tre Dottori carmelitani si incontrano e si arricchiscono con punti di vista diversi e complementari nell’impiegare uno stesso “detto d’amore”. Inoltre l’espressione «amor saca amor» di Teresa d’Avila ci fa ricordare un altro famoso detto di san Giovanni della Croce che impiega lo stesso verbo: «E dove non c’è amore, metta amore e troverà (sacará) amore [e ne ricaverà amore]» (Lettera 26, del 6 luglio 1591).

Un “detto d’amore” più antico e ancor oggi cantato

Potremmo inoltre pensare che l’espressione «L’amore si paga solo con l’amore» deriva dalla tradizione mistica cristiana, e infatti la troviamo espressa quasi uguale in altri autori più antichi, come in san Bernardo che scriveva, commentando il Cantico dei Cantici, che «l’amore è sufficiente a se stesso» poiché «quando Dio ama, altro non desidera che essere amato» (Sul Cantico 83,4). Eppure nella sua forma letterale la troviamo in un capolavoro della letteratura castigliana della fine del XV secolo e inizio XVI, “La Celestina”, attribuita a Fernando de Rojas, che forse (probabilmente) è stata letta dai nostri due Santi carmelitani spagnoli anch’essi annoverati tra i grandi autori della lingua castigliana. L’opera “La Celestina” ha avuto diverse versioni con diversi titoli prima dell’edizione definitiva, come i nostri “Promessi sposi” per capirci, per questo ritorna più volte e con varie parole l’espressione tipica del romanzo amoroso: «el amor no se paga sino con puro amor y las obras con obras» (VII). Notiamo che anche Teresa d’Avila aveva fatto seguire alla dinamica dell’amore che trova amore, grazie al Signore che imprime questo amore nel cuore, la conseguenza positiva di poterci mettere all’opera con più facilità, subito e senza sforzo. Potenza dell’amore! Ne troviamo riscontro nel famoso detto teresiano: «a questo tende il matrimonio spirituale: a produrre opere e opere» (Castello VII, 4, 6).

Leggi anche: Il culto gradito a Dio è il servizio al prossimo: non lo ha inventato Papa Francesco!

Non abbiamo la pretesa di aver trovato ne “La Celestina” la fonte originaria del detto «L’amore si paga solo con l’amore», che qualcuno attribuisce addirittura a Pitagora citato da Marco Aurelio, ma che più probabilmente è una traduzione – che ebbe molta fortuna nella Spagna del XVI secolo – di un’espressione di Francesco Petrarca scritta in latino: «amor amore pensandus est» (Rerum Memorandarum, III, 82). Ma è interessante notare che ricompare spesso lungo i secoli nella letteratura amorosa (e in quella mistica), come pure recentemente in diverse canzoni, anche in italiano, tanto che Fiorella Mannoia ne intitola una proprio “L’amore con l’amore si paga”, con un versetto iniziale e finale stupefacente, «continuo a bussare alla porta di Dio», confermando che solo ricevendo da Dio l’Amore possiamo veramente amare, ridonando questo stesso amore che ha trasformato il nostro nel suo e rendendo perciò «Amore per Amore» (santa Teresa di Gesù Bambino), poiché «amore trova amore» (santa Teresa di Gesù) e «l’amore non si paga che con se stesso» (san Giovanni della Croce).

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

 

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.