Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Aleteia logo
home iconStorie
line break icon

Suo padre gli ha spaccato la testa 14 volte, ma Ciril è riuscito a perdonarlo per tutto

Urška Makovec - pubblicato il 05/07/18

Dopo il perdono, pace e gioia

“Dopo aver perdonato ero felice. Questo incontro reale con Dio è più potente di ogni odio, maledizione, sofferenza o dispiacere”, afferma Ciril, che non ha neanche mai smesso di pregare.

Campione nazionale di kickboxing

Al liceo ha fatto karate. Ha vinto il campionato nazionale di kickboxing ed è diventato allenatore di kung fu. Ha fatto tutto questo perché il padre lo derideva. Da un lato Ciril voleva provare qualcosa a se stesso, dall’altro voleva essere in grado di difendersi. “Cercavo me stesso, un riconoscimento personale. Ero sempre stato abbandonato. Avevo portato la parola ‘abbandonato’ nel cuore per 34 anni”.

“Ero dipendente dalle arti marziali. Ho vinto il campionato nazionale, sono stato accettato. Ho lavorato come buttafuori nella discoteca locale. Sono andato a una scuola per diventare guardia del corpo”.

“Se qualcuno mi abbandonasse oggi sarebbe un problema suo. Non è più un mio problema”.

Il sacerdozio? No, grazie

Ma la strada di Ciril era ancora lunga. Aveva sempre desiderato una famiglia numerosa. Lui e la sua ragazza storica progettavano di costruirne una, ma all’improvviso Ciril ha sentito che non era più la sua strada. Non aveva mai neanche preso in considerazione il sacerdozio, visto che aveva a malapena terminato gli studi secondari.

Quando il Signore lo ha chiamato ha esitato, voleva segni concreti per diventare sacerdote. Li ha avuti e ha cambiato idea.

Durante i suoi studi si è spesso sentito a disagio, pensando che non sarebbe riuscito a farcela. Non si sentiva abbastanza capace per diventare sacerdote, ma la sua vocazione è stata più forte di tutte le lotte che ha dovuto affrontare.

Testimonianza

Oggi Ciril è consapevole di aver dovuto percorrere questa via di sofferenza per poter capire la gente che vive esperienze simili. La sua vita può essere una testimonianza potente. Viaggia molto in tutto il mondo testimoniando la sua esperienza di perdono.

“Se non perdoniamo impediamo alla benedizione di Dio di entrare e Dio non può lavorare in noi. Il perdono significa stabilire un nuovo rapporto con un’altra persona, e questo è uno splendido dono divino”.

“Ma ciascuno ha la sua strada. Gesù offrirà misericordia quando ne vedrà la necessità. A volte richiede molto tempo. Se Gesù mi avesse offerto misericordia dopo due settimane avrei potuto rimanere la stessa persona, ma dopo tre anni sono stato felice di aver pregato. E quando è arrivato il perdono non ho smesso di pregare”, ha commentato Ciril.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
padreperdonosacerdoteviolenza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
3
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni