Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Beato Giacomo Alberione
home iconStile di vita
line break icon

Le azioni valgono più delle parole. Un esperimento sociale impressionante

GIRL

Public Domain

Catholic Link - pubblicato il 05/07/18

4. Dare il cellulare ai bambini perché “si distraggano e io possa fare le mie cose” o perché “non piangano”

Vi suona familiare? Forse non siete madre o padre di famiglia, o forse lo siete ma non avete mai pensato a dare il cellulare ai vostri figli per farli distrarre, ma conoscete qualcuno a voi vicino che invece lo fa? Non vorrei soffermarmi troppo su questo tema, ma semplicemente sottolineare che ci sono sempre più prove degli effetti negativi sulla salute fisica ed emotiva dell’uso non controllato di dispositivi mobili nei bambini, oltre al pericolo che rappresenta per loro essere lasciati soli a navigare in Internet.

5. Non è mai tardi per introdurre piccoli cambiamenti e impiegare meglio il nostro tempo

“Un uomo orgoglioso guarda sempre in basso, e ovviamente se guardi in basso non puoi vedere quello che c’è sopra” (C. S. Lewis).

Questo video mi ha insegnato che bisogna alzare lo sguardo dal telefono. Basta guardarci intorno per renderci conto del fatto che qualcosa non va. Forse quello che vediamo non ci piace, ma ci aiuta a capire che ci può essere un altro modo di relazionarsi.

Non possiamo tuttavia pretendere che gli altri cambino o che il nostro cambiamento si verifichi nell’arco di un battito di ciglia, ma possiamo iniziare con mete concrete e raggiungibili ogni giorno, anche una sola. Ad esempio, oggi posso propormi di chiamare un amico o un’amica che sta attraversando un momento negativo per incoraggiarlo, o anche solo per ascoltarlo. Domani potrei spegnere il volume di una delle applicazioni del cellulare che uso più spesso e controllarla solo quando ho un momento libero alla fine della giornata. Il fine settimana potrei proporre alla mia famiglia di non usare il cellulare durante la cena e che ciascuno racconti qualcosa di divertente e interessante che è successo durante la settimana. Sono sicuro che ogni persona che sta leggendo questo articolo sa dentro di sé qual è la cosa che le costa di più in questo campo e ha cercato spesso di fare qualche passo al riguardo. Forse è il momento di dire che non bisogna arrendersi, ma perseverare e procedere un piccolo passo alla volta per raggiungere la meta, come quando eravamo bambini e abbiamo dovuto iniziare a camminare prima che a correre.

6. L’invito a trascorrere meno tempo nel mondo “virtuale” e più tempo nel mondo reale richiede uno sforzo aggiuntivo

Nella sua esortazione Gaudete et exsultate, Papa Francesco ci insegna che “il consumismo edonista può giocarci un brutto tiro, perché nell’ossessione di divertirsi finiamo con l’essere eccessivamente concentrati su noi stessi, sui nostri diritti e nell’esasperazione di avere tempo libero per godersi la vita. Sarà difficile che ci impegniamo e dedichiamo energie a dare una mano a chi sta male se non coltiviamo una certa austerità, se non lottiamo contro questa febbre che ci impone la società dei consumi per venderci cose, e che alla fine ci trasforma in poveri insoddisfatti che vogliono avere tutto e provare tutto. Anche il consumo di informazione superficiale e le forme di comunicazione rapida e virtuale possono essere un fattore di stordimento che si porta via tutto il nostro tempo e ci allontana dalla carne sofferente dei fratelli. In mezzo a questa voragine attuale, il Vangelo risuona nuovamente per offrirci una vita diversa, più sana e più felice”.

Forse oggi è il giorno migliore per vivere il presente e compiere un piccolo passo fuori da noi stessi, come la protagonista del video che ha deciso che non bastava sentirsi male per chi incontrava sulla sua strada ogni giorno collegato al cellulare e ha deciso di andare oltre, di uscire dalla sua zona di comfort e creare uno spazio per condividere la gioia, ed è una cosa che si contagia. Forse oggi è una buona opportunità per poter fare anche noi lo stesso.

QUI L’ORIGINALE

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
cellulareparoletecnologia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni