Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Cos’è la vera amicizia?

FRERES ET SOEURS
By Syda Productions | Shutterstock
Condividi

L’amicizia terrena prefigura l’eternità

La vera amicizia è una delle cose più belle del mondo, e un buon amico è lodato anche nella Bibbia (cfr. Siracide 6,14-17).

Dal XII secolo, tra i monaci cistercensi si diffuse il “culto dell’amicizia” come mezzo per unire gli esseri umani già in questo mondo in vista della comunione eterna.

Scrive Sant’Elredo di Rievaulx: “Quaggiù non c’è nulla di più santo da desiderare, nulla di più utile da cercare, nulla più difficile da trovare, niente più dolce da provare, niente più fruttuoso da conservare dell’amicizia, perché in essa risiede il frutto della vita presente e futura […]. Per questo, tra i mortali nulla è gradevole senza una persona amica con cui condividerlo” (Amicizia spirituale, II,9).

C’è chi teme che il vero amore amicale (tra persone dello stesso sesso o di sesso opposto) possa pregiudicare un matrimonio o una vita celibataria. Chi è sposato, celibe o consacrato/a dovrebbe trattare bene tutti, ma senza intimità. In realtà si verifica il contrario, secondo quello che scrive monsignor Dominic Nkoyoyo, monaco trappista, nell’opera Esistere nel cuore dell’altro: intimità e maturità etica: “L’intimità è il cammino che Dio desidera che tutti i suoi figli, uomini e donne, percorrano per trovare la loro vera identità e diventare più umani […]. Siamo stati creati per esistere nel cuore dell’altro e nel seno di Dio. Il celibato senza intimità è pura miseria che non porta ad alcun tipo di santità” (1996).

Chi cerca la vera amicizia è qualcuno purtroppo carente di amici/che e dell’Amico per eccellenza, che è Dio. Chi agisce in modo contrario è una persona autosufficiente, fredda e quindi pericolosa. Rifuggitene finché siete in tempo!

Santo mese dell’amicizia!

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni