Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 14 Aprile |
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

Chi è felice impara prima

shutterstock_304948241

Shutterstock

Silvia Lucchetti - pubblicato il 03/07/18

Cuor contento... promozione assicurata? :) Un interessante studio europeo getta luce sul rapporto tra serotonina e apprendimento

Un recente studio internazionale condotto da un team del Champalimaud Centre for the Unknown (Ccu), in Portogallo, e dell’University College London (Ucl), nel Regno Unito, ha evidenziato l’effetto positivo che la serotonina esercita sull’apprendimento.

Che cos’è la serotonina?

La serotonina è un neurotrasmettitore, cioè una sostanza chimica utilizzata dalle cellule nervose per comunicare tra loro, scoperta nel 1935 dall’insigne farmacologo italiano Vittorio Erspamer. L’importanza che questa molecola ha man mano assunto nell’ambito di fondamentali funzioni svolte dal sistema nervoso centrale, ed in particolare nella regolazione del tono dell’umore, ha fatto sì che la cultura popolare, attraverso la grande risonanza generata dai media, ha individuato nella carenza di serotonina la causa della depressione, e più in generale degli stati d’animo negativi, contribuendo a creare il mito dell’”ormone della felicità”, e conseguentemente delle “happy pills”, come spesso vengono appellati negli Stati Uniti gli antidepressivi a base del neurotrasmettitore.




Leggi anche:
Soffri di depressione? Forse ti mancano questi 10 nutrienti

La ricerca

I risultati dello studio sui topi, semplicisticamente ribattezzato “Chi è felice impara più in fretta”, sono stati pubblicati su Nature Communications (Il Fatto Quotidiano). L’esperimento, attraverso l’uso di un nuovo modello matematico (Ibidem) ha cercato di chiarire se e come la serotonina influenzi l’apprendimento. Uno dei responsabili della ricerca Zach Mainen, ha così commentato:

”Quando i neuroni della serotonina venivano attivati artificialmente usando la luce, rendevano i topi più rapidi nell’adattare il loro comportamento in una situazione che richiedeva flessibilità. Gli animali davano più peso alle nuove informazioni e modificavano la propria mente più rapidamente quando questi neuroni erano attivi” (Adnkronos).

Ricerche precedenti avevano già individuato collegamenti fra serotonina e plasticità cerebrale, e unite all’ultima possono stimolare importanti ipotesi circa gli effetti terapeutici svolti dalla sostanza in vari disturbi mentali.


DONNA, VISO, TRISTE

Leggi anche:
La depressione è anche nostalgia di Dio, perciò la fede è alleata della cura

Noi profani, giocando sull’etichetta di ormone della felicità attribuita alla serotonina, potremmo a questo punto chiederci sulla falsariga di un vecchio proverbio: “Cuor contento il Ciel l’aiuta… attraverso la serotonina?”.

Tags:
felicità
Top 10
See More