Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Che fare quando vi viene assegnato un nuovo parroco?

Condividi

Qualche consiglio per un periodo di grandi cambiamenti in parrocchia

di Melissa Johnson

Ecco qui: il vostro amato parroco, che vi ha guidati per tanti anni, è stato assegnato a un nuovo incarico. E ora?

Potreste aver impiegato anni a conoscerlo, o forse siete nuovi in parrocchia. Potreste aver seguito con lui la preparazione al matrimonio, i corsi di iniziazione cristiana o la preparazione al Battesimo di un figlio o di vari. Potrebbe avervi consigliato in momenti difficili – la perdita di un bambino, o del coniuge – e forse è stato il faro delle lezioni di catechismo dei vostri figli. E ora l’arcivescovo ha pensato bene di sradicarlo e di mandarlo in un’altra parrocchia a un’ora o più di distanza.

Prima di tutto: niente panico!

Potrebbe sembrarvi la cosa peggiore che possa accadere (o quella migliore, in base a quello che provate per il vostro parroco!), ma finché avete ancora Gesù nel Santissimo Sacramento avete basi solide. La Chiesa esiste da due millenni; questo piccolo cambiamento nella vostra vita spirituale non provocherà alcuna rovina. Gesù ha detto che sarebbe rimasto con noi fino alla fine dei tempi, quindi coraggio, abbiate fiducia!

In secondo luogo, spesso ai sacerdoti non vengono dati più incarichi “a vita”.

Non c’è un numero sufficiente di sacerdoti. Nella mia diocesi, ai sacerdoti viene dato in genere un incarico di sei anni prima che ne ottengano un altro – in genere per un ruolo o una responsabilità più importante o una parrocchia più grande (o anche varie parrocchie). E allora pregate per le vocazioni! Ho letto da qualche parte che non è che Dio non chiami i giovani al sacerdozio come faceva prima, ma che spesso i giovani semplicemente non gli rispondono. Incoraggiate e promuovete le vocazioni ovunque possiate. Troppo spesso la reazione al discernimento (la ricerca ragionata della propria vocazione) suscita in familiari e amici delusione, scoraggiamento o perfino paura. Quanto spesso la piccola voce che si sente dentro viene sopraffatta dal rumore e dall’aspettativa del mondo?

Torniamo al vostro nuovo parroco. Una volta che avete salutato il parroco uscente versando tutte le vostre lacrime e facendogli dei bei regali di addio, cosa dovreste aspettarvi?

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.