Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Cattolico praticante, devoto alla Vergine e gay. Nessuno scandalo per Jovi!

youtube
Condividi

Questo ragazzo filippino dimostra che orientamento sessuale e fede possono coincidere senza alcun problema

Basta pregiudizi! Anche una persona con tendenze omosessuali può vivere un’esperienza di fede autentica come un qualsiasi eterosessuale. La Chiesa non discrimina l’orientamento sessuale e i richiami di Papa Francesco su questo tema, e l’evangelizzazione di alcune comunità e associazioni di cristiani omosessuali, dimostrano che vecchi pregiudizi vanno superati.

D’altro canto storie come quella di Jovi Atanacio lo dimostrano a pieno. Jovi è cattolico, praticante, devoto alla Vergine e omosessuale. La sua vita, scriveva Asianews (novembre 2014) – che per prima ha raccontato la sua testimonianza – è una dimostrazione pratica, secondo le sue stesse parole, che «l’inclinazione sessuale non allontana dalla Chiesa. La cosa importante è amare prima di tutto, e sopra ogni cosa, Dio».

La sua scelta di vivere in castità «dimostra che basta capire cosa è davvero l’amore, il vero amore, per non sentirsi esclusi o danneggiati».

La vera attrazione è verso Dio

Parlando con il sito della Conferenza episcopale filippina, Atanacio spiega: «Questa è la mia croce. Posso essere attratto dagli uomini, ma amo di più Dio. È Lui che, attraverso la Chiesa, invita tutti gli esseri umani ad avvicinarsi al vero amore». La comunità cattolica, aggiunge, «sembra essere l’unica istituzione che invita davvero anche gli omosessuali all’amore. Siamo tutti creati per l’amore, e la nostra vita non ha senso se non facciamo questa esperienza».

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni