Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La Madonna più piccola del mondo: tutta la maestosità dietro una lente d’ingrandimento

LETANIAS
AFP PHOTO/AIZAR RALDES
Condividi

La Virgen de las Letanías, una devozione unica a oltre 4.000 metri di altezza. Dov'è, e cosa si farà per proteggerla?

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Una cappella nella città di Viacha, vicino a La Paz (Bolivia), nella provincia di Ingavi, è incaricata di ospitare la Virgen de las Letanías.

Al di là della sua ubicazione a 4.200 metri sul livello del mare, l’immagine ha un’altra particolarità, visto che si tratta di una Vergine di appena 4,7 centimetri, considerata “la più piccola del mondo”. In questo senso, le autorità hanno proposto che la scultura venga inserita nel Guinness dei primati e sia esibita in occasioni particolari dell’anno.

Questa invocazione religiosa attira un’infinità di devoti sull’altopiano boliviano, soprattutto il 13 luglio, e il Ministro della Cultura e del Turismo della Bolivia ha annunciato di recente misure per proteggerla.

L’obiettivo è evitare il traffico illecito del patrimonio della Virgen de las Letanías, e per questo si è deciso di realizzare l’inventario e la catalogazione dei beni per custodirli, nel contesto della protezione del patrimonio e per evitare il traffico illegale dei beni culturali, come ha segnalato, indica un comunicato, la direttrice dell’Unità del Patrimonio Immateriale del Ministero, Carmen Loza.

Secondo la Loza, si legge nel testo, con questo lavoro si vogliono aumentare la sicurezza e la consapevolezza della necessità che le chiese abbiano dei progetti di gestione e promuovere una coscienza collettiva.

“Solo i locali possono essere gli alleati idonei contro il traffico illecito dei beni materiali”, ha affermato.

È stato anche annunciato che si “realizzeranno il consolidamento e il restauro della Virgen de las Letanías, oltre ad approfondire gli studi per rivelare e custodire nuovi dati su questa miniatura religiosa”.

Da dove deriva questa devozione?

In base a varie tradizioni, indica la nota del Ministero della Cultura, l’origine di questa devozione risale all’inizio del XIX secolo, quando la Virgen de las Letanías apparve a una pastorella che stava per essere attaccata da un serpente, che venne messo in fuga. Il giorno dopo, si racconta, i contadini tornarono sul posto e trovarono una piccola pietra con l’immagine scolpita della Madonna.

Quel miracolo fece sì che venisse edificata una cappella sul punto più alto del monte, sul colle di Letanías, e da quel momento la devozione è aumentata. Attualmente, per questioni di sicurezza, l’immagine rimane per la maggior parte del tempo nella chiesa di Viacha.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni