Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Chi è Christine Lagarde, la donna citata dal Papa per guidare lo Ior?

CHRISTINE LAGARDE
DAVOS/SWITZERLAND, 26JAN13 - Christine Lagarde, Managing Director, International Monetary Fund (IMF), Washington DC; World Economic Forum Foundation Board Member smiles during the Session 'The Global Economic Outlook' at the Annual Meeting 2013 of the World Economic Forum in Davos, Switzerland, January 26, 2013.

Copyright by World Economic Forum

swiss-image.ch/Photo Moritz Hager
Condividi

Il pontefice ha scherzato con i giornalisti sul volo per Ginevra. Ma il nome della direttrice dell'Fmi è tutt'altro che casuale. Perché Bergoglio immagina da tempo un Vaticano più "rosa"

Papa Francesco vuole una maggior presenza femminile nella Santa Sede e lancia l’idea di candidare allo Ior Christine Lagarde, attuale direttore generale del Fondo monetario internazionale (Fmi).

Nei giorni scorsi in un’intervista Bergoglio aveva detto che «sarebbe possibile una donna capodicastero» (Reuters, 19 giugno) e oggi sull’aereo che lo ha portato a Ginevra, ha aggiunto che per lo Ior, quando si rinnoverà il board, sarebbe una buona idea chiamare la responsabile del Fmi.

«Siamo in trattativa», ha detto ai giornalisti, forse scherzando, forse no (Agi, 21 giugno).

Donna potente

Ma chi è Christine Lagarde? Sicuramente una persona molto influente. E’ stata inclusa più volte nella lista delle 100 donne più potenti del mondo secondo la rivista Forbes. Nel 2009 inoltre il Financial Times l’ha eletta “miglior ministro delle finanze dell’eurozona”. Nell’aprile 2016 compare nella lista per la categoria “Leaders” tra le 100 persone più influenti del 2016 secondo il settimanale Time.

Divorziata, parigina, chic

Christine, classe 1956, figlia di insegnanti, parigina, divorziata e con due figli, con i suoi impeccabili tailleur di Chanel, i suoi foulard di Hermes e i suoi diamanti di Cartier, sembra l’immagine dello chic francese (linkiesta.it, 7 gennaio 2017).

Da giovane è stata campionessa di nuoto sincronizzato, attività che affiancava agli studi da “secchiona” (borsa di studio a Boston a 18 anni, padronanza dell’inglese praticamente perfetta), avvocato d’affari nello studio legale Baker & McKenzie; entra a far parte del comitato esecutivo nel 1995 e nel 1999 è stata nominata presidente del consiglio di amministrazione. Lagarde è ricordata per essere stata la prima donna ad accedere a questa posizione.

Tre volte ministro

Ma la svolta alla carriera arriva nel 2005, quando venne nominata Ministro delegato al Commercio Estero nel governo de Villepin. In seguito fu Ministro dell’Agricoltura e della Pesca nel governo Fillon I e infine Ministro dell’Economia, dell’Industria e dell’Impiego nel governo Fillon II (fino al 2011). In entrambi i casi l’allora presidente francese Nicholas Sarkozy espresse in più di una occasione apprezzamenti per l’operato della Lagarde.

Il “salto” all’Fmi

Il 28 giugno 2011 il comitato esecutivo del fondo monetario internazionale l’ha scelta quale nuovo direttore generale dell’ente, colmando il vuoto creatosi in seguito alle dimissioni del suo connazionale Dominique Strauss-Kahn, coinvolto in uno scandalo sessuale.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.