Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Calciatori sacerdoti: trovare la felicità anche senza vincere il Mondiale

FOOTBALL
DeLaSalleCollege - Twitter // Catholicillini - Instagram
Condividi

Chase Hilgenbrinck e Phillip Mulryne sanno cosa significa vivere di calcio, ma sanno anche molto bene che ci sono chiamate più grandi che vale la pena di seguire

Chase Hilgenbrinck e Phillip Mulryne erano grandi calciatori. Hilgenbrinck, statunitense, è arrivato a rappresentare il suo Paese nella squadra giovanile. Mulryne era invece una promessa del Manchester United e nella Nazionale del’Irlanda del Nord. Qualcosa di più attraente del vivere di sport ha però bussato alla loro porta, e hanno risposto a quella chiamata.

Chase è nato a Bloomington, nell’Illinois, nel 1982 in una famiglia cattolica. Il suo talento profilava una carriera nel football universitario, in cui ha difeso la maglia della Clemson University, distinguendosi come difensore. Non essendo stato convocato da una squadra della Major League Soccer alla fine dell’università, ha seguito il consiglio di un allenatore e ha portato avanti la sua carriera in Cile, dov’è arrivato nel 2004.

Il “Gringo” Chase, com’è conosciuto nel Paese andino, si è distinto soprattutto nel Club Deportivo Ñublense, squadra con la quale è arrivato alla Prima Divisione, inaugurando quello che sarebbe stato il momento sportivo più importante del club cileno.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni