Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

7 suggerimenti fondamentali per ogni cattolico in Internet

Condividi

6) Non conducete una doppia vita online

Il problema è quando conduciamo una vita “sociale” molto esibizionista o pretenziosa su Internet. Potremmo mostrarci come seguaci di Gesù, autentici cristiani, pieni di vita e di profonda preghiera, ma nella vita reale ci sono solo resti di quella fede. Facciamo cose che contraddicono la nostra fede. A volte crediamo, altre volte abbandoniamo. Diciamo di sì e poi neghiamo. Al giorno d’oggi siamo individui pubblici, soprattutto cristiani pubblici (spesso messi sotto la lente di ingrandimento). Se sui social media si viene visti come persone pie impegnate con Dio ma nella vita reale si vive come se non ci fosse un domani c’è qualcosa che non va. Prima o poi condurre una doppia vita farà allontanare più di una persona dalla fede… Essere testimoni di Gesù significa essere autentici, vivendo sempre un’unica vita.

“Rivestitevi dunque, come amati di Dio, santi e diletti, di sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza; sopportandovi a vicenda e perdonandovi scambievolmente, se qualcuno abbia di che lamentarsi nei riguardi degli altri. Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi. Al di sopra di tutto poi vi sia la carità, che è il vincolo di perfezione. 15 E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché ad essa siete stati chiamati in un solo corpo. E siate riconoscenti!” (Colossesi 3, 12-15).

7) Portate luce agli altri

La nostra missione è spesso quella di essere “luce nelle tenebre”. Senza credere che tutto in questo mondo sia oscuro o sbagliato (perché non è così), dobbiamo capire che in un modo o nell’altro portiamo Gesù con noi.

Illuminiamo con le nostre parole, i nostri gesti, le nostre azioni, la nostra persona. Ma per dare luce dobbiamo essere la lampada. Condurre una vita “oscura” senza essere cattolici non illuminerà nessuno. Ricordate sempre che Gesù ci ha lasciato i sacramenti, soprattutto l’Eucaristia e la Riconciliazione, per ravvivare la fiamma dentro di noi. Possono riportarci alla luce, farci risorgere dal peccato, alla vita che è Cristo. Non abbiate paura di volgervi a loro, e sarete luce per gli altri ogni secondo della vostra vita.

“Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli” (Matteo 5, 14-16).

Nell’era digitale, una vera testimonianza sarà qualcosa a cui i vostri amici potranno aggrapparsi. Il bene è contagioso. Si diffonde da sé. Se ciascuno di noi si impegnasse a vivere secondo il Vangelo, se tutti dessimo un po’, arriveremmo incredibilmente lontano e trasformeremmo il mondo. In un tweet, Papa Francesco ha lanciato un messaggio molto profondo: “Non sottovalutiamo il valore dell’esempio perché ha più forza di mille parole, di migliaia di “likes” o retweets, di mille video su Youtube” (23 febbraio 2017). Un’autentica testimonianza di vita cristiana, vera, senza maschere, sincera ed eloquente cambierà il mondo. Volete far parte di questo cambiamento? Tenete a mente questi 7 suggerimenti, andate avanti e fatevi rinnovare. La Chiesa ha bisogno di voi, Cristo ha bisogno di voi… tutti noi abbiamo bisogno di voi!

 

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni