Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 06 Marzo |
San Julián di Toledo
home iconArte e Viaggi
line break icon

Pianifica il Cammino di Sant’Antonio: 430 chilometri a piedi per ringraziare il santo

© DR

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 13/06/18

Un viaggio a ritroso sui luoghi percorsi dal santo: dalla gloria di Padova alle origini francescane. Se hai ricevuto una grazia o desideri chiederla, vai su queste strade

Da Camposampiero in provincia di Padova al santuario francescano di La Verna: 22 tappe e oltre 430 chilometri da percorrere a piedi.

Per il pellegrino, il Cammino di sant’Antonio (denominato anche Lungo Cammino) è un percorso interiore verso ciò che è davvero essenziale e, per certi aspetti, tappa dopo tappa questa “purificazione” coinvolge anche la figura stessa del Santo. Infatti, è un viaggio a ritroso sui luoghi attraversati dal santo, discepolo e fratello di quel Francesco d’Assisi che segnò la sua vocazione.

[googlemaps https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m58!1m12!1m3!1d1453967.225828874!2d10.517817901657102!3d44.62197814318303!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!4m43!3e2!4m5!1s0x477ed3160393ab6f%3A0x7f73c47e9db92b92!2s35012+Camposampiero+PD!3m2!1d45.572446799999994!2d11.9333359!4m5!1s0x477e4e0bde2b11dd%3A0x3c3b79ae53712b2e!2sFerrara%2C+FE!3m2!1d44.8381237!2d11.619786999999999!4m5!1s0x477fd498e951c40b%3A0xa2e17c015ba49441!2sBologna%2C+BO!3m2!1d44.494887!2d11.3426162!4m5!1s0x132b463fff872039%3A0xe0bcab4e03af84f7!2sBrisighella%2C+RA!3m2!1d44.2218069!2d11.7690457!4m5!1s0x132b4345c870106f%3A0x3d3c5b0e6e7745db!2sMontepaolo+Comunit%C3%A0+Protetta%2C+FC!3m2!1d44.142947!2d11.8756726!4m5!1s0x132b7233736d192f%3A0x942f4560be462cc!2sParco+Nazionale+Foreste+Casentinesi%2C+Provincia+di+Arezzo!3m2!1d43.956920499999995!2d11.7352543!4m5!1s0x132b9bebcd9a2e1d%3A0x1b6efa7312e9f088!2sLa+Verna+-+Santuario+Francescano+-+Frati+Minori+Toscana%2C+Chiusi+della+Verna%2C+AR!3m2!1d43.707268!2d11.930876999999999!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1528744133936&w=600&h=450%5D

E’ un percorso che regala fortissime emozioni agli occhi e al cuore del pellegrino, perché, nel raccontare la vita del Santo, si snoda attraverso un territorio ricco di storia, arte e natura.

La Credenziale

SAINT ANTHONY OF PADUA
By Renata Sedmakova | Shutterstock

Per fare il Lungo Cammino si può leggere la “Guida al Cammino di Sant’Antonio” (Edizioni Messaggero Padova, Terre di Mezzo) poiché

è necessario ottenere una Credenziale, che può essere richiesta via posta o email, e può essere ricevuta via posta o ritirata presso l’ufficio informazioni della basilica del Santo di Padova, nel chiostro della Magnolia (orario di apertura 9-18, tel. 049- 82.25.652, infobasilica@santantonio.org). Una volta ottenuta, si può partire.




Leggi anche:
Da Loyola a Barcellona: hai mai pensato di fare il “Cammino di Sant’Ignazio”?

L’Ultimo Cammino

A Camposampiero, la splendida Cella della visione e il Santuario del noce segnano l’inizio del Cammino. A Padova sono le aeree cupole del Santo cantate da Carducci a condurre il viandante alla tomba di Sant’Antonio, fra mirabili sculture rinascimentali, tra cui il Crocifisso bronzeo del Donatello, dallo sguardo di amore e perdono. Il tratto da Camposampiero a Padova è definito “Ultimo Cammino” poiché Sant’Antonio lo fece prima di morire, 13 giugno 1231.

Le città della Bassa Padana

Poi si attraverso Colli Euganei, che introducono all’immenso orizzonte di campi, acqua e cielo che accompagnerà il pellegrino fino a Bologna. Borghi dispersi e piccoli paesi si alternano a quiete città come Rovigo, con il suo antico santuario mariano, e perle d’arte come Ferrara, racchiusa nella cerchia delle mura estensi.




Leggi anche:
Le dieci tappe più conosciute del Cammino di Santiago

Da Bologna all’Appennino

Laruse Junior CC

In questo primo tratto del Cammino il vero protagonista è il fiume Po, che si costeggia a lungo sugli alti argini dai quali lo sguardo si distende all’infinito verso la vasta pianura polesana. Dopo Bologna il paesaggio cambia. Si sale verso il Parco dei Gessi Bolognesi e i Calanchi dell’Abbadessa.

  • 1
  • 2
Tags:
camminosant'antonio da padova
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
5
MADONNA
Maria Paola Daud
La curiosa immagine della Vergine Maria protettrice dal Coronavir...
6
PUSTYNIA
Felipe Aquino
Attenzione alle penitenze assurde in Quaresima
7
Gelsomino Del Guercio
“Solo tu potevi capire Maria”. Lettera di Don Tonino Bello a San ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni