Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Come la gratitudine cambia il tuo cervello

Shutterstock
Condividi

La scienza vuole mostrarci che la gratitudine può farci bene!

Negli ultimi dieci anni, molti studi hanno scoperto che le persone che sono consapevolmente grate tendono ad essere più felici e meno depresse.

Ci siamo proposti di affrontare la questione in una ricerca recente che ha coinvolto circa 300 adulti, per la maggior parte studenti universitari, che cercavano consulenza sulla salute mentale in un’università.

Abbiamo “reclutato” i partecipanti poco prima che iniziassero la prima sessione di consulenza, e all’epoca in media hanno riferito livelli clinicamente bassi di salute mentale.

La maggior parte delle persone che cercano servizi di consulenza in quella università lotta in genere con problemi collegati a depressione e ansia.

Il problema è che la maggior parte degli studi di ricerca sulla gratitudine è stata realizzata su studenti universitari o altre persone che vivono bene.

La gratitudine fa bene alle persone che lottano con problemi di salute mentale? E se sì, in che modo?

Abbiamo diviso aleatoriamente i partecipanti allo studio in tre gruppi.

Anche se tutti e tre ricevevano servizi di assistenza, al primo gruppo è stato anche detto di scrivere una lettera di ringraziamento a un’altra persona ogni settimana per tre settimane, mentre al secondo è stato chiesto di scrivere i propri pensieri e sentimenti più profondi relativi a esperienze negative. Il terzo gruppo non ha svolto alcuna attività scritta.

Cosa si è scoperto?

Rispetto ai partecipanti che hanno scritto di esperienze negative o hanno ricevuto solo consulenza, quelli che hanno scritto lettere di ringraziamento hanno riferito un miglioramento significativo nella salute mentale quattro e dodici settimane dopo la fine dell’esercizio di scrittura.

Ciò suggerisce che esprimere gratitudine per iscritto può essere benefico non solo per gli individui sani, ma anche per quelli che lottano con problemi di salute mentale.

In realtà, a quanto sembra, praticare la gratitudine insieme all’assistenza psicologica porta maggiori benefici della semplice assistenza, anche quando la pratica della gratitudine è breve.

E non è tutto.

Pagine: 1 2 3 4 5

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni