Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le difficoltà quotidiane della gravidanza in 7 esilaranti illustrazioni

PREGNANCY
Condividi

Ad ogni donna incinta è capitato di non riuscire ad allacciarsi le scarpe facilmente o di raccogliere con difficoltà le chiavi cadute a terra. L'artista norvegese Line Severinsen ha ritratto questi momenti goffi e comici della dolce attesa!

A chi ha partorito da poco come me, a chi vive oggi la dolce attesa ma anche a chi è già mamma da anni, le illustrazioni di Line Severinsen appariranno comiche e familiari!

LE (MIE) PICCOLE CATASTROFI IN GRAVIDANZA

Ricordo che pochi giorni prima di partorire rovesciai a terra di notte la scatoletta intera dei Cotton fioc: “Oh nooo!!!”, esclamai! La pancia era arrivata alla sua massima espansione e mentre mi piegavo a raccogliere gli infami bastoncini mi venne anche da ridere e ovviamente il desiderio di fare pipì. Decisi così, bofonchiando fra me e me, di lasciare tutto sul pavimento e tornare a letto. La mattina dopo mio marito davanti a quel disordine esordì con una delle sue solite battute: “Insomma oggi si gioca a Shangai!”.

Shutterstock

PROVARE (INVANO) A TIRARE INDENTRO IL PANCIONE 😀

Un pomeriggio invece restai imprigionata nella doccia. La porta di vetro scorrevole (un po’ datata) rimase incastrata mentre mi stavo lavando. Sola in casa, respirai profondamente provando invano a tirare su il pancione per riuscire a passare nel piccolo varco aperto. Ma piccolo varco vince grande pancia. Recitai allora una preghiera con le mani poggiate sul ventre e dopo tentai di nuovo di far scorrere la porta. Grazie a Dio funzionò! Così provvidenzialmente riuscii a liberarmi. 🙂

NON VEDERE PIÙ IN LÀ… DELLA PROPRIA PANCIA 🙂

L’illustratrice norvegese quando rimase incinta della sua prima figlia nel 2012 decise di raccontare le difficoltà quotidiane della gravidanza: depilazione alla “ndo coglio coglio”, lunghe manovre per recuperare oggetti a terra, o passare in mezzo a due automobili parcheggiate, fiato corto, cattiva digestione, difficoltà estrema ad allacciarsi le scarpe, minzione frequente…

Ecco come ha parlato della sua esperienza in un’intervista per l’Huffington Post statunitense:

“Quando ho scoperto di aspettare un bambino ho iniziato a documentarmi, leggevo tantissimo per capire cosa mi sarei dovuta aspettare nei nove mesi. Trovavo solo aspetti e storie positive. Con il passare delle settimane però ho iniziato a sperimentare gli “effetti collaterali” dell’aspettare un figlio, e su questi non ero preparata. Così ho preso le mie matite e ho iniziato a raccontare la mia storia e le mie esperienze, condividendole su Instagram” (Huffpost)

Abbiamo scelto per voi le illustrazioni più significative e simpatiche, perché di queste piccole catastrofi è bello sorridere con leggerezza e tanta gratitudine nel cuore per un dono così grande e prezioso come quello della maternità.

QUANDO NON RIESCI A GUARDARE OLTRE L’ORIZZONTE DEL PANCIONE 🙂

View this post on Instagram

Can't see below the belly 😂😝

A post shared by 👩🏼 Line Severinsen (@kosogkaos) on

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni