Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Donne e dilemmi: “Perché finisco sempre in relazioni ambigue?” (VIDEO)

© Martin Novak/SHUTTERSTOCK
Condividi

In questi anni mi capita sempre più di frequente di conoscere ragazze che mi confidano a chiare lettere di essere nella situazione di “trombamica”. Ma come si fa a venirne fuori, a non ricascare sempre nella stessa dinamica? Ecco 5 mosse per uscire da queste sabbie mobili

di Alescanca

Per quei pochi, rari esemplari di persone un po’ agé che non conoscono ancora questo termine, per trombamici si intende quella situazione affettiva in cui un lui e una lei si definiscono amici o conoscenti e, allo stesso tempo, peró vanno a letto insieme. Nonostante questo, non si dichiarano fidanzati né vogliono nessun legame o responsabilità. Si tratta solo di andare a letto insieme. Si considerano amici. Da questo nasce il/la trombamico/a o, come si usa dire più al nord l’uscente. A volte ci si trova bloccati in questo tipo di relazioni e, per quanto insoddisfacenti, sembra che per te ci possa essere solo quello. Ma non è vero!

Ecco 5 Mosse per uscirne 👍

  1. Cura la tua autostima
  2. Affettività immatura
  3. Verginizzare l’uomo
  4. Cosa vuoi dalla vita?
  5. Fai un percorso
  6. Conclusioni

Vedi anche il video:

1. Cura la tua AUTOSTIMA

Guardiamo le cause che ti hanno portato fin qui. Tutti desideriamo essere amati, essere visti, essere apprezzati per chi siamo, per come siamo, per le nostre capacità. Ancora più di questo c’è un desiderio più profondo che è quello di essere amati anche in profondità per le proprie fragilità e debolezze. Allora tu che ci fai in questo pasticcio?? Perché ti sei messa in una relazione in cui tu vali il soddisfacimento sessuale di qualcun altro e forse anche il tuo… ma a questo, cara amica mia, non ci credo molto. Faccio seriamente fatica a crederci perché sono donna e so benissimo che per noi l’ormone del piacere parte dal cuore, dal sentirsi amate in maniera intima. A noi servono parole, tante parole, tantissime parole. Serve dolcezza. Servono complimenti. Ma più di tutto, serve che tutto questo sia gratuito, senza altri scopi. Per meno di questo il piacere sessuale te lo scordi! Magari dura la prima e la seconda volta, se sei fortunata, ma subito dopo ti devasta. È normale che sia così, sei una donna e hai le viscere per generare umanità. Noi siamo il prolungamento del braccio di Dio per generare umanità: l’umanitá. È impossibile accettare una relazione di trombamica.

Ma perché lo fai allora? Come ci sei finita in una storia del genere? Ti svelo l’arcano: bassa autostima. Dai un valore molto basso a te stessa. Pensi di meritare questo tipo di cose. In fondo in fondo pensi che a te chi ti si piglia? Pensi che se non fai così perdi quel ragazzo. Per non perdere il ragazzo che ti piace scendi a compromessi, schiacciando lentamente te stessa e la tua vita, i tuoi progetti e nel frattempo inizi a superare i 35. Guardi le tue amiche: alcune già sposate che si lamentano dei mariti, con i capelli dritti per i figli e che non escono a farsi una serata dall’addio al nubilato; e poi quelle in carriera, magari bigotte e pesanti, chiuse e impostate, che vanno a raccontare in giro quanto sono realizzate con una maschera di ceramica addosso per nascondere quanto sia devastante non avere qualcuno che la sera ti chieda come stai… Alla fine pensi che la vita migliore la fai tu, che almeno giri il mondo, sei libera e ti godi la vita. I conti però non tornano. Dentro di te questa vita che fai non ti rende felice, anzi ti senti che ti divora l’anima. Perché ti sei costruita una galera in cui sei scesa a compromessi enormi con te stessa fino al punto da compromettere anche il tuo corpo delicatissimo e prezioso più di ogni altra cosa al mondo. È una libertà fasulla che ti ingabbia nei compromessi e ti condanna all’infelicità del non essere amata.

Il passaggio successivo è quello di dire che tutti gli uomini sono stronziGli uomini sono tutti uguali ripeti continuamente. Poi aggiungi vogliono solo quellopensano solo a quello. In questo caso hai ragione: gli uomini che incontri e con cui decidi di relazionarti sono davvero tutti uguali, perché tu ti scegli inconsciamente sempre gli stessi ripetendo all’infinito la stessa identica dinamica. Magari il ragazzo attuale è più carino, risponde a due messaggi su otto invece quello precedente era pure altezzoso, ma la sostanza non cambia. Ti fai trattare sempre allo stesso modo. Svegliati! Sei tu il problema!!! Sei tu che permetti questo approccio alla relazione. Tu hai potere sulla tua vita! Puoi decidere! Hai il potere di fermare questa dinamica se lo vuoi. Il presupposto peró è che tu scopra o riscopra quanto vali, quanto sei preziosa.

Quindi il primo passo è prendersi cura di sé, scoprire il proprio valore e non scendere mai a compromessi. Le relazioni che abbiamo dipendono da noi. Le persone che frequentiamo le possiamo scegliere, quindi non dipendono dal caso, ma dalla nostra volontá. Come imposto una relazione anche, dipende da me. Chi sono non viene determinato dai fatti che mi accadono o da chi incontro, ma piuttosto da come io faccio uso di quelle situazioni che mi accadono e da come interagisco con le persone che incontro. Il mio valore è indipendente dagli altri, dai loro giudizi, dalle aspettative, dalle relazioni amorose, ma ho un valore in sé, immutabile, unico, insostituibile, indicibile, senza misura se non una misura dal respiro eterno e infinito.

Pagine: 1 2 3 4

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni