Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 10 Aprile |
Sabato dell'Ottava di Pasqua
home iconStorie
line break icon

Sacerdote gesuita aiuta i giovani reclusi a trovare redenzione attraverso la musica

FR RO ATILANO,JESUIT

Jesuit Communications via Facebook | Fair Use

Simone Lorenzo - pubblicato il 05/06/18

La musica può essere un'espressione straordinaria del potere creatore di Dio

Una delle mie scene preferite de Le Cronache di Narnia si trova ne Il Nipote del Mago, ed è quella in cui Aslan canta il mondo di Narnia che nasce. Aslan, il simbolo di Lewis per Dio, mostra come la creatività di Dio trovi un’espressione straordinaria attraverso la musica.

Questa immagine è confermata dall’esperienza comune, soprattutto qui nelle Filippine. Visitate qualsiasi chiesa locale e troverete un coro al cuore delle tradizioni liturgiche locali.

Al di là di un aspetto pervasivo della cultura filippina, la musica è anche un elemento potente delle nostre convinzioni. Può trasformare una persona cattolica da sempre, la cui fede si basa sulle preghiere imparate a memoria, in un credente maturo con una fede ancorata a un’esperienza intima dell’amore di Dio.




Leggi anche:
C.S. Lewis, da “Le cronache di Narnia” ai Salmi

A volte la musica riesce perfino a trasformare i non credenti in credenti, come vediamo in questa storia.

Nella New Bilibid Prison di Muntinlupa, il sacerdote gesuita Ro Atilano offre lezioni gratuite di chitarra. Il migliore tra i suoi studenti è Alex, un 23enne in carcere per tentato omicidio.

Secondo Alex, imparare a suonare la chitarra lo ha aiutato a riscoprire il suo valore dopo anni in cui si è sentito pieno di vergogna per il suo crimine: “Ringrazio Dio non solo perché ora so suonare la chitarra, ma anche perché riesco a vedere che ci sono ancora molte cose buone che posso fare”.

Alla fine delle lezioni, padre Ro ha organizzato un saggio. Dopo essersi esibito, Alex si è commosso al punto da mettersi a piangere.


PEDRO CALUNGSOD

Leggi anche:
Pedro Calungsod, il catechista filippino 17enne che venne ucciso per la sua fede

“Riuscivo quasi a vedere nella sua fede come sia stata ripristinata la sua dignità”, ha commentato padre Ro in quel momento. Prima che Alex ottenesse la libertà vigilata ha chiesto di essere battezzato.

Nella musica che ha portato Alex ad abbracciare il Battesimo vediamo qualcosa di simile alla scena della creazione di Narnia. In entrambi i casi, la musica cambia completamente la realtà. A Narnia Aslan canta un nuovo mondo che nasce dal nulla, nella storia di Alex imparare la chitarra lo ha trasformato da giovane che non riusciva a vedere la sua dignità a persona consapevole del suo valore come figlio di Dio.

Nella trasformazione di Alex vediamo una ripetizione della creazione, perché in lui, attraverso la musica, il peccato diventa la via che porta alla fede e alla redenzione.

La sua storia ci ricorda che la creazione non è ancora completata. Continua a verificarsi ogni volta in cui una persona abbandona il peccato e si arrende all’abbraccio guaritore di Dio. La creazione si verifica ogni volta in cui una persona non riesce a vedere la propria dignità, in qualche modo la riscopre e decide di vivere di conseguenza.

E allora, la prossima volta che incontrerete una persona che non crede ricordate che la conversione è ancora possibile, perché l’opera creatrice di Dio non è certo terminata.

Tags:
musicaprigioneredenzione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
girl stop in the street
Claudio De Castro
“Vieni a trovarmi”, insisteva Gesù dal tabernacolo
2
Gelsomino Del Guercio
Le assurde messe in prigione del cardinale Simoni: pensavano foss...
3
POGRZEB Z URNĄ
Toscana Oggi
Conservare le ceneri dei defunti in casa, ecco perché la Chiesa d...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
Gelsomino Del Guercio
Le stigmate di Domenica Galeano, la veggente di Briatico, sono ve...
6
christian couple
Orfa Astorga
Coppia e religione: quando la “mescolanza” non è sana
7
Archbishop Georg Gänswein
i.Media per Aleteia
Mons. Gänswein: si pensava che Benedetto XVI sarebbe vissuto solo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni