Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 18 Gennaio |
Sant'Antonio
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco: lasciarsi plasmare dallo Spirito per portare Cristo

POPE FRANCIS GENERAL AUDIENCE

Antoine Mekary | ALETEIA | I.MEDIA

Vatican News - pubblicato il 30/05/18

L'udienza generale stamani in Piazza San Pietro è stata nuovamente dedicata alla Cresima.

Lo Spirto Santo che si riceve con la cresima è un “dono immeritato” da cui bisogna lasciarsi plasmare per “riflettere Gesù nel mondo di oggi”. Lo ricorda Papa Francesco nella catechesi all’udienza generale stamani in Piazza San Pietro dedicata ancora al sacramento della Confermazione, nell’ambito della riflessione che sta tenendo sui sacramenti. Questa mattina viene messa in luce la connessione intima di questo sacramento con tutta l’iniziazione cristiana.

L’imposizione delle mani

I cresimandi sono chiamati, infatti,  a “rinnovare le promesse fatte un giorno da genitori e padrini”. Sono loro ora a professare la fede della Chiesa e rispondono “credo” alle domande del Vescovo che a sua volta, tenendo le mani stese sui cresimandi, supplica Dio di infondere su di loro il suo santo Spirito Paraclito.

Lo Spirito autore di diversità e Creatore dell’unità

Molteplicità e unità sono le sue caratteristiche. Da un parte l’unico Spirito distribuisce i suoi doni di “sapienza, intelletto, consiglio, fortezza, scienza, pietà e santo timore”. Doni di cui hanno parlato il profeta Isaia e San Paolo. E’ quindi “l’Autore della diversità” e allo stesso tempo “il Creatore dell’unità”.

Così lo Spirito dà tutte queste ricchezze che sono diverse ma allo stesso modo fa l’armonia, cioè l’unità di tutte queste ricchezze spirituali che abbiamo noi cristiani.

Unzione con il crisma

C’è poi un altro gesto del Vescovo oltre all’imposizione della mani: l’unzione della fronte con l’olio profumato, il crisma:

E’ un dono immeritato lo Spirito, da accogliere con gratitudine, facendo spazio alla sua inesauribile creatività. E’ un dono da custodire con premura, da assecondare con docilità, lasciandosi plasmare, come cera, dalla sua infuocata carità, «per riflettere Gesù Cristo nel mondo di oggi»

Il crisma è stato assunto per esprimere l’azione dello Spirito proprio per le sue proprietà terapeutiche e cosmetiche. E’ quindi sigillo visibile di questo dono invisibile. Con questo segno, quindi, il confermato riceve “una impronta spirituale indelebile, il ‘carattere’ – sottolinea il Papa –  che lo configura più perfettamente a Cristo e gli dà la grazia di spandere tra gli uomini il suo ‘buon profumo’” .

Dopo la catechesi, c’è stata una breve esibizione di alcuni atleti sudcoreani della federazione di Taekwondo. Al termine, i ragazzi della Corea del Sud, vestiti di bianco e nero, hanno fatto volare una colomba bianca e srotolato uno striscione significativo: “La pace è più preziosa del trionfo”.  Francesco li ha, quindi, salutati con calore e partecipazione: “Ringrazio  – ha detto – gli atleti coreani per la loro esibizione: è stata una dimostrazione di volontà di pace”, “un messaggio di pace per tutta l’umanità”.

Centenario recupero indipendenza della Polonia a Lednica

Nei saluti ai pellegrini polacchi, Francesco ha poi ricordato l’incontro di sabato prossimo a Lednica. “Celebrando a Lednica il Centenario del recupero dell’indipendenza della vostra Patria come era solito fare San Giovanni Paolo II – ha concluso – baciate anche a nome mio la terra polacca”.

Tags:
cresimapapa francescoudienza generale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Semplici scatti
Puoi chiamarle coincidenze ma sono carezze di...
Gelsomino Del Guercio
Etiopia, strage di cristiani nel Tigrai: dife...
SALVE REGINA
José Miguel Carrera
Un Salve Regina come non lo avete mai visto
Silvia Lucchetti
Silvia e Andrea: il nostro matrimonio stava c...
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo sp...
FRA BENIGNO ESORCISTA
Chiara Ippolito
Il più commovente caso di liberazione: quando...
COVID
Gelsomino Del Guercio
Il prete: benedivo senza olio i malati gravi,...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni