Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
San Pancrazio
home iconFor Her
line break icon

E con la pappa come la mettiamo? Al tuo bimbo servono poche regole chiare

KID EATING

unsplash-logoHal Gatewood

Ospedale Bambino Gesù - pubblicato il 29/05/18

Sia a casa sia a scuola, è importante seguire e condividere alcuni principi e garantire al bambino la adeguata varietà, la giusta quantità di energia e la ricchezza di principi nutritivi. Accompagnandolo alla scoperta meravigliosa del gusto

Fondamentale prestare attenzione sia al contenuto del pasto sia alla forma: ecco alcuni consigli utili. L’esperienza quotidiana di nutrire un bambino accomuna genitori ed educatori nelle scuole ed è un’occasione imperdibile anche dal punto di vista educativo e sociale. È importante, pertanto, prestare attenzione sia al contenuto del pasto sia agli aspetti formali dello stesso. Pochi piccoli spunti di riflessione qui di seguito. Regole nutrizionali e atteggiamento psicologico.

L’alimentazione al nido e nelle scuole materne deve essere attentamente pianificata con l’aiuto di esperti del settore in quanto in una dieta per bambini (anche di più che in un adulto) non dobbiamo garantire solo le calorie (e dunque la quantità) ma anche e soprattutto la qualità ossia la corretta distribuzione dei nutrienti, la presenza di micronutrienti essenziali e la diversificazione della scelta alimentare. Questo è particolarmente vero quando siamo di fronte a diete speciali (prive di lattosio e/o di proteine del latte
e/o di specifici alimenti e/o vegetariane) che potrebbero esporre il piccolo a carenze nutrizionali importanti.

Ovviamente ogni età ha la sua richiesta alimentare.  Dagli 0 ai 6 mesi il latte è il principe dell’alimentazione infantile in quanto da solo è in grado di soddisfare i bisogni idrici e calorici del lattante. Il latte materno è l’ideale per il cucciolo uomo ma laddove non c’è il latte artificiale sopperirà. È importante in questa fase che l’offerta dell’alimento sia condita con le cure adeguate (mai lasciare da solo con il biberon il bambino) e comprendere che non tutti i pianti sono “da fame”. Bisogna discriminare e imparare a non offrire sempre il cibo come risposta al bisogno di accudimento.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
alimentazioneinfanziascuola
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni