Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Nasce il primo fondo d’investimento totalmente cattolico

Shutterstock
Condividi

Si può avere redditività economica e seguire al contempo gli insegnamenti della Dottrina Sociale della Chiesa

La Altum Faithful Investing è il primo fondo d’investimento in Spagna che gestisce investimenti con criteri cattolici al 100%, perché è possibile avere redditività economica e seguire al contempo gli insegnamenti della Dottrina Sociale della Chiesa.

Borja Barragán, fondatore della Altum Faithful Investing, ha affermato che “tutte le imprese e ciascuna di esse nelle quali investe il fondo rispettano nei loro obiettivi e nei loro criteri i principi della Dottrina Sociale della Chiesa”.

Secondo quanto ha spiegato Barragán, San Giovanni Paolo II afferma nell’enciclica Centesimus Annus che la scelta di investire in un luogo e non in un altro, in questo o quel settore produttivo, è sempre una scelta morale.

Per questo motivo, ha sottolineato che l’obiettivo principale è “che qualsiasi investitore che voglia investire in base a determinati criteri morali non debba scegliere tra redditività e integrità. Ci interessa che questo fondo sia universale, accessibile a tutti”.

Per questo, c’è una selezione delle imprese in cui si investe, scegliendo solo quelle la cui attività promuove la dignità umana, la famiglia, la vita, la cura e la protezione del creato.

Barragán ha sottolineato che la Altum serve entità cattoliche e persone, ma non le banche, e che il fondo è approvato dalla Commissione Nazionale del Mercato dei Valori ed è registrato come AEAFI (Impresa di Consulenza Finanziaria).

I proventi verranno ripartiti in progetti che promuovono la preghiera, le missioni e le vocazioni, come la ricostruzione della Piana di Ninive, in Iraq, perché i cristiani possano tornare a casa propria con l’aiuto della Fondazione Pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre.

La Altum sostiene anche un orfanotrofio a Dakar, gestito dalla Congregazione Francescana delle Serve di Maria, e un film di Juan Manuel Cotelo sul perdono.

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni