Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 13 Aprile |
Beato Rolando Rivi
home iconStorie
line break icon

Una ragazza condivide la sua testimonianza potente sulla guarigione emotiva dopo un intervento al cuore

MŁODA KOBIETA

Vladimir Godnik/Getty Images

Catholic Link - pubblicato il 25/05/18

Di recente, dopo aver toccato il fondo ho iniziato un percorso per parlare con Dio. E sorprendentemente mi ha risposto. Ecco cosa aveva da dire:

Guardare indietro per andare avanti

La prima cosa che Dio mi ha detto è stata di guardare indietro per andare avanti. Vivere fuggendo e crogiolandosi nella propria triste situazione è facile. Potremmo seppellire dentro di noi il nostro dolore assumendo un atteggiamento alla “Non posso affrontarlo in questo momento”. Il problema è che questo momento può diventare permanente. Facciamo ciò che possiamo nella nostra vita senza presentare il nostro dolore a Dio, e così iniziamo ad allontanarci da Lui. Quando fuggiamo permettiamo al demonio di prendere le nostre debolezze e usarle per la sua gloria.

Nel mio diario c’è una citazione anonima:

“Sei l’opera d’arte più grande di Dio, creata per uno splendido proposito”.

Dio dice di essere il vasaio e che noi siamo la creta. Mi piace pensare che Dio ami le bollicine e abbia dipinto il mio viso con molte cicatrici da bolle per imprimere in me il suo segno. Ci viene detto che siamo creati a immagine di Dio, ma spesso non ci ho affatto creduto. Sapere di essere l’unica persona nella stanza ad avere quell’aspetto ti rende ancor più ossessionata dal modo in cui il mondo ti vede. La prima cosa su cui giudichiamo la gente è il suo aspetto, e se si ha una cicatrice lungo tutto il petto e piccole cicatrici sulla faccia l’aspetto fisico può diventare una cosa che rende insicuri.

Piuttosto che offrire questo a Dio e iniziare il viaggio di guarigione insieme a lui, l’ho cacciato. Per andare avanti bisogna tornare indietro e parlare a Dio delle debolezze della propria vita. Vi dirò un segreto: sa già tutto. Vi vede. Vede le vostre debolezze. Sa come vi sentiate poco intelligenti, vede il vostro temperamento, le vostre dipendenze. Il primo passo da fare è essere onesti con Dio e con se stessi. Una volta che si è guardato indietro si può andare avanti con Dio e verso di Lui.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
cuoretestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni