Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconChiesa
line break icon

Etiopia: solo Dio e i missionari si ricordano del dramma umanitario

Padre Christopher con una delle Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta nella missione di Gode (Etiopia)

Jesús Colina - pubblicato il 22/05/18

Arrivati in elicottero, la prima cosa che abbiamo fatto è stata scaricare gli aiuti che avevamo portato. La gente correva impazzita e disperata; i militari, con pali e bastoni, riuscivano a malapena a contenere quella povera gente. Non mangiava da giorni; non c’era più acqua da bere se non quella delle lagune impantanate frutto delle inondazioni.

Mi sono avvicinato alle persone, riunite intorno alla gigantesca laguna. Mi hanno accolto con l’affetto tipico dei somali quando sanno che vuoi aiutarli. Mi sono presentato loro, ho detto che ero un sacerdote cattolico e che venivo da loro perché volevo veder con i miei occhi la portata della tragedia per sapere meglio come aiutarle.

Mi hanno detto che c’erano molti malati e che varie persone che erano entrate in acqua cercando tra le rovine delle loro case qualcuno dei loro scarsi averi erano state attaccate e morse dai coccodrilli. I coccodrilli vivono in una determinata zona del fiume e lo conoscono bene. Quando il fiume straripa, il coccodrillo si allontana dalla zona originaria e cerca la riva per riposare, ma la riva non è più dove si trovava… Quando le acque si ritirano i coccodrilli non tornano nel fiume, ma restano intrappolati nelle grandi lagune che si formano. Sono affamati e attaccano in modo indiscriminato.

Ho sentito davvero quello che racconta il Vangelo della vita di Gesù mentre parlava alle genti accanto al lago di Genesaret: “La folla gli faceva ressa intorno” (Lc 5, 1).

Abbiamo promesso di portare aiuto. Ci chiedono cibi non deperibili (farina, latte in polvere, soia, riso, olio, zucchero…), medicinali di prima necessità, zanzariere, utensili per cucinare, tavolette per depurare l’acqua, bottiglie, teli per proteggersi dal sole implacabile…

VI PREGO DI AIUTARCI COME POTETE. L’HO PROMESSO AL PRESIDENTE IN NOME DI CRISTO E DELLA CHIESA CATTOLICA.

Nairobi

Qualche settimana fa sono andato in Kenya per mandato del nostro vescovo per incontrare suor Anastasia Kamwitha, superiora provinciale della congregazione delle Suore di San Giuseppe di Tarbes (di origine francese), per invitare le religiose a fondare una nuova comunità a Gode.

Siamo cresciuti molto e non ce la facciamo ad affrontare da soli tanto lavoro. Il vescovo ci chiede di andare oltre Gode, di cercare nuove città e nuovi villaggi in cui far conoscere il Vangelo della salvezza in Cristo Gesù. A nord ci aspettano Denan e Kebre Deher, a est Shilavo, a ovest, attraversando il fiume fino alla Prefettura Apostolica di Robe, ci aspetta Hargele, e a sud Kalafo, Mustahil, Ferfer…

È stata una visita stupenda, le suore erano meravigliose e se fosse dipeso da loro sarebbero salite con me sull’aereo che doveva riportarmi in Etiopia. La questione verrà discussa con la Superiora Generale alla fine di giugno. Vi chiedo di pregare molto per questa intenzione. Chiedete intensamente allo Spirito Santo di Dio di effondere abbondantemente tutto il suo potere. Egli è il grande protagonista dell’opera missionaria della Chiesa, Colui che la incoraggia e la rafforza, che la colma dei suoi sette doni e dei molteplici carismi.

Per questa regione abbiamo bisogno di una comunità di religiose missionarie e di un altro sacerdote. Nutriamo un’enorme speranza nel fatto che il buon Dio ci benedirà con un raccolto abbondante di missionari, uomini e donne consacrati a Dio con il cuore traboccante di amore indiviso e fuoco missionario nell’anima.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Tags:
etiopiamissionari
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni