Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Preti pedofili: vescovo australiano colpevole di insabbiamento. In Cile i presuli si scusano

ARCHBISHOP PHILIP WILSON
ARCHBISHOP PHILIP WILSON-01
Condividi

Una grave condanna è stata appena comminata all’arcivescovo di Adelaide

Ancora una volta l’Australia macchia l’immagine della Chiesa mondiale. E questa volta lo fa in modo gravissimo.

Un tribunale australiano ha condannato Philip Wilson, arcivescovo di Adelaide e presidente della Conferenza Episcopale australiana, per aver nascosto gli abusi sessuali compiuti da un altro prete su giovani chierichetti negli anni Settanta, nello stato australiano del New South Wales. Wilson è diventato così il membro di più alto grado della Chiesa cattolica mai condannato al mondo per questo tipo di reato (Il Post, 22 maggio).

Gli abusi del sacerdote amico

ARCHBISHOP PHILIP WILSON
Lithuanians in South Australia | Facebook

I fatti risalgono agli anni ’70, quandoWilson (nella foto) era un assistente di un sacerdote a Maitland, città di 70mila abitanti nel New South Wales. Quel sacerdote era James Fletcher, condannato nel 2004 per abusi sessuali su minori e morto in carcere due anni dopo.

Wilson ha sostenuto davanti al giudice di non essere stato a conoscenza delle azioni di Fletcher, ma alcuni testimoni lo hanno smentito.

Il testimone

Una delle testimonianze chiavi è quella di Peter Creigh (tra le vittime del prete pedofilo). Creigh ha detto al tribunale di Adelaide che nel 1976, cinque anni dopo avere subìto gli abusi, descrisse nel dettaglio a Wilson gli abusi di Fletcher. Ma Wilson coprì l’amico sacerdote.

La pena per Wilson sarà decisa a giugno. Rischia un massimo di due anni di carcere.

Il rinvio a giudizio di Pell

GEORGE PELL
© DON ARNOLD / GETTY
SYDNEY, AUSTRALIA - MARCH 26: Cardinal George Pell arrives for his appearance at the Royal Commission on March 26, 2014 in Sydney, Australia. Cardinal Pell is facing the Royal Commission into Institutional Responses to Child Sexual Abuse in Sydney to answer questions about whether he was involved in compensation discussions related to the case of John Ellis who was sexually abused by Father Aidan Duggan.Cardinal Pell will soon move to Rome to undertake a senior role at the Vatican. (Photo by Don Arnold/Getty Images)

Un’altra pagina negativa per la Chiesa australiana si era scritta lo scorso 1 maggio: il cardinale George Pell (nella foto), già Primate della Chiesa d’Australia e arcivescovo di Sydney, attuale Prefetto della Segreteria per l’Economia (in pratica il Tesoriere del Vaticano) è stato rinviato a giudizio da un tribunale australiano relativamente a diversi casi di abusi su minori, che sarebbero avvenuti in due momenti diversi (Internazionale, 22 maggio).

La doppia copertura

I primi tra gli anni Settanta e Ottanta del Novecento a Ballarat, paese di origine di Pell, da cui prese il via la sua carriera ecclesiastica; gli altri tra la fine degli anni novanta e il 2000 a Melbourne, città in cui ricopriva la carica di arcivescovo.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni