Aleteia
sabato 24 Ottobre |
San Cleopa
Spiritualità

Avete mai pensato allo Spirito Santo come al vostro avvocato? Se conoscete un po' il diavolo dovreste!

BOOK OF JOB

Public Domain

Nicholas Senz - pubblicato il 21/05/18

La parola greca con la quale Gesù si riferisce allo spirito è flessibile e ricca di significato

Avevo un professore che chiamava lo Spirito Santo, rammaricandosene, “la Persona dimenticata della Trinità” (e offriva dei bonus a chiunque lo menzionasse in classe).

C’è almeno un modo in cui questo si può capire: se abbiamo immagini mentali solide e decise (anche se purtroppo incomplete) di Dio Padre (nei panni di un uomo anziano, l’“Antico di Giorni” del Libro di Daniele) e prove effettive di come fosse Dio Figlio quando ha percorso la Terra in cui viviamo, uno “spirito” è per sua natura difficile da visualizzare. La Scrittura ci offre sicuramente delle immagini, come una colomba o lingue di fuoco, ma non hanno lo stesso potere.

La Scrittura, però, ci offre anche un’altra immagine dello Spirito. Sulle prime potrebbe sembrare strana, ma può aiutare: lo Spirito Santo è il nostro avvocato difensore.

Da dove deriva questa nozione? In Giovanni 14, 16-17 Gesù dice: “Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito di verità che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perché egli dimora presso di voi e sarà in voi”.




Leggi anche:
Preghiera per invocare i doni dello Spirito Santo

Il termine “consolatore” in greco è “parakletos”, che essendo il greco una lingua flessibile ha vari significati: “consigliere, confortatore, aiutante, avvocato”. Un avvocato o un consigliere è una persona che parla a nostro nome o che ci guida.

La parola “Satana” significa “accusatore”, “avversario” o “oppositore”. Vediamo Satana ricoprire esplicitamente questo ruolo nel Libro di Giobbe, quando dichiara che Giobbe adora Dio solo perché ha ricevuto tante benedizioni. In questo caso Satana è molto simile a un avvocato dell’accusa, che sta davanti a Dio, ultimo giudice, e dichiara che tutta l’umanità è colpevole.

Gesù, però, ci ha guadagnato la ricompensa della vita eterna attraverso il suo sacrificio sulla Croce, redimendoci dal peccato e dalla morte. Cristo intercede eternamente per noi presso il Padre; mediante il nostro Battesimo siamo stati inseriti in Cristo e partecipiamo alla sua Figliolanza divina, diventando noi stessi figli e figlie adottivi di Dio, e in ogni Messa il sacrificio di Cristo viene ripresentato al Padre per il bene del mondo. In 1 Giovanni 2, 1 si legge infatti che Gesù è nostro “avvocato presso il Padre”.

Ma l’avvocato non era lo Spirito? Sicuro! Come nel Battesimo siamo inseriti in Cristo attraverso il potere dello Spirito, così sia il Figlio che lo Spirito sono giustamente chiamati avvocati, perché lo Spirito è “lo Spirito di Gesù” (Atti 16, 7).

Il Figlio è nostro avvocato presso il Padre, intercedendo per noi, e lo Spirito è nostro avvocato come consigliere, che ci guida nella verità (Giovanni 16, 13) e testimonia che apparteniamo davvero a Cristo, come San Paolo dice così bene nella sua Lettera ai Romani:

“Lo Spirito stesso attesta al nostro spirito che siamo figli di Dio. E se siamo figli, siamo anche eredi: eredi di Dio, coeredi di Cristo, se veramente partecipiamo alle sue sofferenze per partecipare anche alla sua gloria” (Romani 8, 16-17).

Lo Spirito Santo viene a noi nel Battesimo, segnandoci e sigillandoci con il segno di Cristo, imprimendo in noi quel segno indelebile che mostra che apparteniamo a Dio.




Leggi anche:
Che vuol dire “peccare contro lo Spirito Santo”? Come ci si può arrivare?

Con quell’azione e la sua opera continua nella nostra vita quando cooperiamo con la grazia di Dio, lo Spirito testimonia e dimostra davanti al giusto giudice che siamo suoi. Lo Spirito è nostro conforto, nostro consiglio e nostro avvocato. È la nostra difesa dalle accuse di Satana. È il nostro parakletos.

Così, come dice Sant’Agostino, “l’Apostolo applica a Dio il termine confortatore, il titolo dello Spirito Santo, la terza Persona della Trinità: Dio che conforta chi è abbattuto ci ha confortati. Lo Spirito Santo che conforta quanti sono abbattuti è quindi Dio”.

Dobbiamo essere consapevoli dell’azione dello Spirito nella nostra vita. Otterremo ben più di punti bonus!

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
avvocatospirito santo
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Gelsomino Del Guercio
6 frasi di Papa Francesco sulle persone omose...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa su coppie gay: serve una "legge di co...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni