Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Qual è la postura esatta da tenere durante gli Esercizi Spirituali?

Teenagers praying
Philippe Lissac / Godong
Condividi

La posizione corretta del corpo è indispensabile per la buona riuscita della contemplazione. Gli errori da non commettere

Durante gli esercizi spirituali bisogna avere una postura corretta. Franz Jalics, autore di “Esercizi di contemplazione” (Ancora editrice), ci spiega in che posizione stare mentre ci accostiamo alla preghiera contemplativa. Perché anche la postura incide sull’esito della contemplazione, che è il fine ultimo degli esercizi. E ci sono molti errori da non commettere.

Le distanze dai propri desideri

La contemplazione, premette Jalics, ci insegna a “staccare”. Impariamo a esistere semplicemente per Dio, senza desideri, senza preoccupazioni, senza scopi, senza intenzioni e liberi da tutti gli altri interessi, pensieri e attività. Chi esiste in questo modo, può esistere per Dio e può esistere per il prossimo, visto che le due relazioni sono una cosa sola.

Chi al contrario non riesce a prendere le distanze dai propri desideri, dalle proprie preoccupazioni, dagli obiettivi che si è posto, dai propri problemi e opinioni, e dall’assillo di fare, non può incontrare né Dio né le altre persone. Anche sotto questo punto di vista, la preghiera contemplativa è la scuola migliore per incontrare le persone.

Ambiente silenzioso

Se possibile, dice Jalics, scegli per la meditazione un ambiente silenzioso, dove non sei disturbato né dal telefono, né da libri, né da visite. Può essere una stanza di meditazione, o semplicemente un angolo, dove ritirarti soltanto per la preghiera. Questo luogo separato sarà un aiuto al raccoglimento.

Seduti o in ginocchio

La giusta posizione del corpo, seduti o in ginocchio, contribuisce a trovare la calma interna e a rimanere attenti. Molti metodi di meditazione danno, fin dall’inizio, grande importanza a una postura esatta e corretta. «Io penso – dice Jalics – che non sia vantaggioso occuparsene eccessivamente, perché si può essere facilmente allontanati dall’essenziale. Per un lungo periodo può essere sufficiente osservare semplicemente alcune regole fondamentali».

Busto eretto

La cosa più importante nello stare seduti o in ginocchio è la posizione eretta del busto. Per raggiungere la calma è necessario che il corpo acquisisca una posizione nella quale non abbia più bisogno di muoversi per molto tempo.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni