Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 27 Settembre |
Santi Cosma e Damiano
home iconFor Her
line break icon

Asilo nido e scuola materna: tempi e modi della scelta

MOTHER AND DAUGTHER

Shutterstock

Ospedale Bambino Gesù - pubblicato il 15/05/18

Criteri per l'inserimento del proprio bambino ad un micronido, al nido o alla scuola dell'infanzia. Nuove disposizioni di legge e agevolazioni

Una parte importante del percorso di crescita di ogni bambino avviene fuori dal contesto familiare. L’asilo nido prima e la scuola materna poi svolgono un ruolo molto importante nello sviluppo dei più piccoli, che qui iniziano a compiere le prime esperienze fuori di casa. È anche per questo motivo che abbiamo scelto di dedicare un numero di “A scuola di salute” proprio ad asilo nido e scuola materna.

All’interno, come sempre, trovate tutti i consigli degli specialisti del Bambino Gesù. Gli approfondimenti coinvolgono temi che vanno dal raffreddore all’igiene, fino alla psicologia e all’alimentazione. In apertura, inoltre, trovate un’infografica che speriamo possa essere utile a chiarire alcuni aspetti burocratici dell’iscrizione ad asilo nido e scuola materna. Con l’ingresso nel mondo del lavoro di un numero crescente di donne, l’asilo nido in particolare è andato acquistando un ruolo e un’importanza sempre più grandi. Ma nel nostro Paese gli asili nido sono ancora pochi, troppo pochi.

L’ISTAT calcola che quelli di cui disponiamo sono in grado di accogliere un solo bambino su 5. Per gli altri 4 non c’è posto. Mancano quasi del tutto gli asili nido nei luoghi di lavoro. Eppure la ricerca scientifica, anche la più recente, continua a dimostrare che l’allattamento al seno ha un ruolo decisivo nella promozione della salute non soltanto in età infantile ma per tutte le età della vita, anche quando il lattante sarà diventato adulto e poi anziano. Quante più mamme continuerebbero ad allattare dopo il 3° mese se potessero portare con sé il bambino sul luogo di lavoro? Le mamme lo sanno bene. Il legislatore forse se ne è dimenticato.




Leggi anche:
Tutto quello che vorreste chiedere al vostro pediatra sull’allattamento al seno

Quali sono le cose da sapere per iscrivere il proprio bambino? Ecco la nostra guida

Il Sistema integrato 0-6 è una riforma pubblicata in Gazzetta Ufficiale a gennaio del 2018. Prevede un sistema di istruzione
integrato nei primi anni di vita del bambino. Articola i servizi educativi per l’infanzia in:

• nidi e micronidi che accolgono le bambine e i bambini tra 3 e 36 mesi;
• sezioni primavera, che accolgono bambine e bambini tra 24 e 36 mesi;
• scuola dell’infanzia, che accoglie bambini e bambine da 3 a 6 anni

Per l’asilo nido i tempi della domanda variano da comune a comune, orientativamente la scadenza è tra aprile e l’inizio di maggio. Molti comuni, come tra gli altri Milano e Roma, consentono di fare la domanda online.

La domanda per l’iscrizione alla scuola dell’infanzia va generalmente presentata tra gennaio e febbraio. La domanda di iscrizione per le scuole materne statali è cartacea e si deve presentare direttamente a scuola. Per le scuole materne comunali, si fa  riferimento ai bandi pubblicati dai singoli comuni, con le date di presentazione delle domande, che di solito vanno effettuate
sul sito del comune.




Leggi anche:
Un figlio, quando nasce, costa. E non è quello del nido il prezzo più alto da pagare

Il Bonus asilo nido è un’agevolazione per le famiglie introdotto con la scorsa Legge di Bilancio, con l’obiettivo di aiutare e sostenere le famiglie con figli piccoli. Prevede l’erogazione di un contributo economico di 1.000 euro da destinare alle
famiglie, indipendentemente dal loro reddito Isee. Questo contributo viene erogato su base annua per 11 mesi, per massimo 3 anni d’iscrizione al nido. È possibile presentare la domanda fino al 31 Dicembre, attraverso l’apposito servizio sul sito INPS.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
3
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
4
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
5
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni