Aleteia
lunedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Chiesa

La Madonna della Guardia che fece tornare i soldati tortonesi dalla Grande guerra

MADONNA GUARDIA TORTONA

Public Domain

Credere - pubblicato il 13/05/18

Il santuario piemontese quest’anno è in festa per il centenario del voto di don Luigi Orione. Come cento anni fa la Madonna fece tornare salvi i soldati della Grande guerra, così oggi sostiene il cammino di fede dei suoi devoti

di Paolo Rappellino

La grande statua dorata della Madonna, con i suoi 14 metri d’altezza issati sul campanile di 60 metri, è visibile da molto lontano. Don Luigi Orione l’aveva voluta proprio così: un segno che invitasse i viandanti a rivolgere il pensiero alla Vergine. Certo, il santo non avrebbe mai immaginato che oggi quella statua viene scorta ogni anno da milioni di persone perché, per un’imprevedibile coincidenza, non molto distanti oggi passano due autostrade e due linee ferroviarie. E chissà quante preghiere scaturiscono dagli sguardi dei viaggiatori!

L’AFFIDAMENTO A MARIA

«La storia del santuario di Nostra Signora della Guardia affonda le sue radici all’epoca della Prima guerra mondiale», racconta Pierangelo Cuniolo, cultore di storia locale. «Nel quartiere operaio di San Bernardino a Tortona don Orione aveva fondato la sua Piccola opera della Divina Provvidenza ed era molto stimato dalla popolazione, sebbene il rione fosse in gran parte socialista. Il 29 agosto del 1918, esattamente cento anni fa, egli fece voto che se i soldati tortonesi chiamati al fronte fossero tornati tutti sani e salvi avrebbe costruito lì un grande santuario dedicato alla Madonna della Guardia. Miracolosamente tutte le famiglie non ebbero lutti».

A quel punto, sebbene non avesse un soldo in tasca per aprire il cantiere, don Orione si butta nell’avventura affidandosi alla Provvidenza. La nostra chiesa, diceva, «non è costruita solo di mattoni, ma anche di Ave Maria». I chierici della Piccola opera, insieme alla gente di Tortona, si armano di cazzuole e carriole, una famiglia di benefattori dona il terreno e nel 1928 iniziano i lavori. Il 29 agosto 1931, ricorrenza della Guardia, è giorno di grande festa con la solenne inaugurazione del santuario, che un decennio dopo ospiterà la tomba dello stesso don Orione, morto nel 1940. Egli non fece a tempo a veder completata la torre campanaria sulla quale, dal secondo dopoguerra, svetta la colossale statua della Madonna che rende inconfondibile il profilo del santuario. Sono 120 quintali di bronzo – rivestiti d’oro – che lo stesso don Orione aveva iniziato a raccogliere invitando le famiglie di tutta la provincia a donare pentolame rotto per ricavare il rame da fondere.

DUE “PATRONI”

Il cuore religioso del santuario è però all’interno: dietro l’altare maggiore, nel cosiddetto “tempietto” che si raggiunge attraverso due scalinate tappezzate di ex voto, dove i fedeli pregano davanti alla statua della Madonna della Guardia, e nel transetto di destra dove, in un’urna di cristallo, riposano le spoglie del fondatore. «Don Orione e la Madonna sono i due poli d’attrazione del nostro santuario», sorride il rettore don Renzo Vanoi.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
madonnasantuari mariani
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
EVGENY AFINEEVSKY
Camille Dalmas
Come Afineevsky ha recuperato l‘estratto sull...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni