Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
home iconStorie
line break icon

La principessa che venne cacciata dal suo castello perché serviva i poveri

PRINCESS ELIZABETH

Renata Sedmakova - Shutterstock

Cecilia Zinicola - pubblicato il 11/05/18

Il maggior sostegno di Elisabetta d'Ungheria era suo marito, ma non si fece fermare dalle critiche

In epoca medievale c’è stata una donna la cui vita al servizio del bene comune ha spiccato per le sue opere di misericordia e carità, nei confronti sia della sua famiglia che del suo popolo – soprattutto i più poveri.

Elisabetta visse alla corte ungherese nei primi quattro anni della sua vita, e già allora mostrava una particolare attenzione per i poveri, rivolgendo loro una parola gentile o un gesto affettuoso.

La sua infanzia venne tuttavia brutalmente interrotta quando alcuni cavalieri la portarono in Germania. Secondo i costumi dell’epoca, suo padre aveva deciso che sarebbe diventata principessa di Turingia.

Il conte di quella regione era uno dei più ricchi e influenti di tutta l’Europa dell’inizio del XIII secolo, e accettò il fidanzamento tra suo figlio Luigi e la principessa ungherese. Elisabetta lasciò quindi la sua terra d’origine con una ricca dote e un grande entourage, incluse le sue dame di compagnia personali.

Dopo un lungo viaggio raggiunsero la fortezza di Wartburg, il castello che sovrastava la città e che Eilisabetta avrebbe un giorno trasformato in un centro in cui ricevere e aiutare molta gente.

Venne celebrato il fidanzamento tra Elisabetta e Luigi, e anche se era stato deciso per ragioni politiche tra i due giovani nacque un amore sincero. Nel corso del tempo, il loro rapporto sarebbe diventato esemplare per l’amore e la virtù che lo caratterizzavano.

La coppia decise di celebrare il proprio matrimonio in modo semplice e di offrire ai poveri parte del denaro destinato al banchetto.

Se la maggior parte degli abitanti del castello non approvava lo spirito di umiltà e l’atteggiamento nei confronti dei poveri di Elisabetta, Luigi ammirò, accolse e sostenne sempre la sua generosità.

In un’occasione, riferendosi al suo aiuto ai bisognosi disse: “Cara Elisabetta, è Cristo che hai lavato, nutrito e curato”. Quando la gente del castello si lamentava con lui rispondeva: “Finché non mi vende il castello sono felice”.

PRINCESS ELIZABETH
Sergey Kohl - Shutterstock

Un momento fondamentale per Elisabetta fu la sua scoperta della storia di conversione del ricco e giovane mercante Francesco d’Assisi.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
caritaprincipesseSanti
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni