Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconNews
line break icon

Il ritorno a casa delle gemelle siamesi algerine

gemeas siamesas Rayenne e Djiehene hospital Bambino Gesù

Vatican News

Vatican News - pubblicato il 11/05/18 - aggiornato il 11/05/18

Terminati gli ultimi controlli per Rayenne e Djiehene, unite dalla nascita per torace e addome e separate nello scorso mese di ottobre

di Amedeo Lomonaco

Le gemelline siamesi algerine Rayenne e Djiehene stanno bene e possono tornare a casa. Unite dalla nascita per torace e addome sono state separate lo scorso mese di ottobre grazie ad un intervento eseguito da un team multidiciplinare nell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Nel reparto dove hanno vissuto quando erano ancora unite – si legge nel comunicato dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – è stata organizzata una festa. A salutarle, visibilmente commossi, la presidente del nosocomio della Santa Sede, Mariella Enoc, il direttore del dipartimento chirurgico, Alessandro Inserra, e lo staff di medici e infermieri.

La gioia dei genitori

Le bambine, che hanno compiuto 2 anni, sono state dimesse dopo gli ultimi accertamenti. “Dal giorno del nostro arrivo ad oggi – ha affermato emozionato Athmane Mebarki, il papà delle bimbe – sono cambiate tante cose”. “Ora si alzano addirittura in piedi da sole, sono aumentate di peso e stanno bene. Molto meglio rispetto a prima. Fino a poco tempo fa io e mia moglie proprio non immaginavamo cosa ci potesse riservare il futuro, ma ora – ha aggiunto Mebarki – è arrivato il momento di tornare a casa”. Le bambine, che partiranno lunedì prossimo per l’Algeria, potranno essere seguite in un centro medico a Madaura.

Il cammino riabilitativo

Le piccole, come si vede nel filmato pubblicato in questa pagina e realizzato dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, ora muovono i primi passi e pronunciano alcune parole in italiano, tra cui mamma, papà, ciao, acqua. Il loro cammino riabilitativo sarà piuttosto articolato: nei prossimi anni, infatti, dovranno essere sottoposte ad altri interventi correttivi. “Ci mancheranno”, ha detto il prof. Alessandro Inserra. “Oggi – ha concluso – riescono a mantenere la posizione eretta e camminano un po’ disordinatamente, ma il lavoro riabilitativo portato avanti ha dato grandi risultati. Con il tempo potranno recuperare”.

Tags:
ospedale pediatrico bambino gesu

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni