Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Fatima: alla fine, la Russia è stata consacrata o no al Cuore Immacolato di Maria?

Condividi

Esiste una controversia tra chi dice che la consacrazione è avvenuta ed è valida e chi afferma che non è stata fatta in modo esplicito

13 maggio 1982: San Giovanni Paolo II invitò i vescovi del mondo a unirsi a lui per consacrare il mondo, e con questo la Russia, al Cuore Immacolato. Molti non ricevettero l’invito in tempo per il viaggio del Papa a Fatima, dove effettuò la consacrazione. Suor Lucia disse in seguito che le condizioni non erano state rispettate.

Ottobre 1983: durante il Sinodo dei Vescovi, San Giovanni Paolo II rinnovò la consacrazione del 1982.

25 marzo 1984: San Giovanni Paolo II, “unito con tutti i Pastori della Chiesa in quel particolare vincolo, mediante il quale costituiamo un corpo e un collegio”, consacrò “tutto il mondo e specialmente i popoli che erano particolare oggetto del tuo amore e della tua sollecitudine”.

In corrispondenza del 29 agosto 1989, suor Lucia affermò che la consacrazione della Russia era stata effettuata e che “Dio manterrà la sua parola”. Si susseguirono in effetti eventi significativi, come la caduta del Muro di Berlino (9 novembre 1989) e la dissoluzione dell’Unione Sovietica (25 dicembre 1991).

13 ottobre 2013: Papa Francesco ha consacrato il mondo al Cuore Immacolato di Maria.

Nonostante queste consacrazioni, menzionandosi anche esplicitamente la Russia in alcune di loro, molte persone discordano sulla “validità” o quantomeno sulla “liceità” della consacrazione della Russia, affermando che non sono state seguite alla lettera le indicazioni della Madonna nelle apparizioni di Fatima.

La tesi per la quale la Russia non è stata consacrata in modo adeguato

Chi contesta che la Russia sia stata consacrata in modo valido sottolinea quanto segue:

1. I Papi hanno consacrato il mondo, ma non specificatamente la Russia, né in unione con tutti i vescovi.
2. La Russia non si è convertita, cosa che Maria aveva promesso che sarebbe accaduta se fosse stata effettuata la consacrazione.

La tesi per la quale la Russia è stata adeguatamente consacrata

Chi ritiene che la consacrazione sia stata effettuata e sia valida osserva quanto segue:

1. La stessa suor Lucia, che ha ricevuto il messaggio di Maria, ha dichiarato che la consacrazione della Russia era stata effettuata da Papa Giovanni Paolo II il 25 marzo 1984, aggiungendo che “Dio manterrà la Sua parola”.
2. Il 26 giugno 2000, la Santa Sede ha rivelato il terzo segreto di Fatima e ha affermato che la consacrazione era stata effettuata. La rivelazione è stata fatta dai cardinali Bertone e Ratzinger. Quest’ultimo sarebbe stato eletto Papa come Benedetto XVI.

Quanto alla conversione della Russia, è vero che questo frutto è ancora ampiamente discutibile, ma è anche vero che tutti i cattolici hanno la responsabilità di recitare il Rosario tutti i giorni e di mantenere la devozione dei 5 primi sabati. Facendo parte di una stessa richiesta della Madonna, la consacrazione della Russia e le nostre responsabilità di preghiera, devozione e conversione personale sembrano avere un legame diretto con la promessa di conversione della Russia e di un periodo di pace nel mondo.

Con informazioni tratte dal blog di Taylor Marshall

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni