Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Maurizio
home iconNews
line break icon

Il detective che è stato costretto a lasciare la polizia per aver indagato su un prete pedofilo

VICTORIA POLICE

By Todsaporn Ruyarlee | Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 09/05/18

Denis Ryan ora sarà risarcito dallo Stato. Ancora un episodio oscuro nella Chiesa australiana, già segnata dal caso del cardinale George Pell

Denis Ryan è un ex detective australiano che cinquant’anni fu costretto a dimettersi dalla Polizia dello Stato di Victoria – la regione più a sud dell’Australia – perché cercò di assicurare alla giustizia un prete pedofilo. Oggi Ryan riceverà dopo decenni dai fatti accaduti un risarcimento pecuniario.

La stampa australiana sta osannando questo eroe finora sconosciuto e gli tributa i giusti onori.

Tutto accadde per le indagini che Ryan condusse sulla doppia vita di monsignor John Day, un prete cattolico che abusò di minori nella città di Mildura (La Repubblica, 9 maggio).

Storie di abusi

Da queste indagini, condotte dal poliziotto nel 1972, risultarono 12 vittime delle molestie e violenze sessuali: chierichetti e ragazze di una scuola cattolica dove lavorava monsignor Day. Ma i superiori di Ryan – alcuni dei quali vicini al prelato – non diedero voce alle sue preoccupazioni. Un suo superiore gli disse di abbandonare l’indagine.




Leggi anche:
Il cardinal Pell sarà processato in Australia

Dalla Polizia alla frutta

A quel punto il poliziotto arrivò ad una clamorosa decisione. Lasciare la polizia, dimettendosi e perdendo così pensione e benefici. Iniziò a lavorare come imballatore in un ingrosso di frutta.Più tardi diventò sindaco della sua città, Mildura. E cercò di smascherare il ruolo che i più alti ufficiali della polizia di Victoria Police giocarono nel coprire il monsignore pedofilo.

Le indagini e le scuse

Le sue indagini su Day, sono rimaste chiuse negli archivi della polizia dello Stato di Victoria per quasi cinquant’anni (The Washington Post, 8 maggio). Nel 2015 è stata la Commissione Reale (Corte di Giustizia ndr) a riaprire le indagini sul caso Day e su molti altri casi di pedofilia in Australia.

  • 1
  • 2
Tags:
australiapedofiliapedofilia nella chiesapolizia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni