Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
News

Il detective che è stato costretto a lasciare la polizia per aver indagato su un prete pedofilo

VICTORIA POLICE

By Todsaporn Ruyarlee | Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 09/05/18

Denis Ryan ora sarà risarcito dallo Stato. Ancora un episodio oscuro nella Chiesa australiana, già segnata dal caso del cardinale George Pell

Denis Ryan è un ex detective australiano che cinquant’anni fu costretto a dimettersi dalla Polizia dello Stato di Victoria – la regione più a sud dell’Australia – perché cercò di assicurare alla giustizia un prete pedofilo. Oggi Ryan riceverà dopo decenni dai fatti accaduti un risarcimento pecuniario.

La stampa australiana sta osannando questo eroe finora sconosciuto e gli tributa i giusti onori.

Tutto accadde per le indagini che Ryan condusse sulla doppia vita di monsignor John Day, un prete cattolico che abusò di minori nella città di Mildura (La Repubblica, 9 maggio).

Storie di abusi

Da queste indagini, condotte dal poliziotto nel 1972, risultarono 12 vittime delle molestie e violenze sessuali: chierichetti e ragazze di una scuola cattolica dove lavorava monsignor Day. Ma i superiori di Ryan – alcuni dei quali vicini al prelato – non diedero voce alle sue preoccupazioni. Un suo superiore gli disse di abbandonare l’indagine.




Leggi anche:
Il cardinal Pell sarà processato in Australia

Dalla Polizia alla frutta

A quel punto il poliziotto arrivò ad una clamorosa decisione. Lasciare la polizia, dimettendosi e perdendo così pensione e benefici. Iniziò a lavorare come imballatore in un ingrosso di frutta.Più tardi diventò sindaco della sua città, Mildura. E cercò di smascherare il ruolo che i più alti ufficiali della polizia di Victoria Police giocarono nel coprire il monsignore pedofilo.

Le indagini e le scuse

Le sue indagini su Day, sono rimaste chiuse negli archivi della polizia dello Stato di Victoria per quasi cinquant’anni (The Washington Post, 8 maggio). Nel 2015 è stata la Commissione Reale (Corte di Giustizia ndr) a riaprire le indagini sul caso Day e su molti altri casi di pedofilia in Australia.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
australiapedofiliapedofilia nella chiesapolizia
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni