Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 09 Dicembre |
San Juan Diego Cuauhtlatoatzin
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

7 cose che dovete abbandonare se volete un matrimonio felice

HAPPY COUPLE

Hero Images | Getty Images

Malini Bhatia - pubblicato il 09/05/18

Un rapporto forte e gioioso non riguarda solo il fatto di formarsi a vicenda, ma anche la capacità di arrendersi...

Il matrimonio è come una danza – richiede che le persone si esercitino e lavorino insieme. A volte l’una o l’altra inciamperà. È importante lasciar correre quegli errori di modo che la danza finale possa essere uno splendido riflesso dell’amore reciproco.

Nel mio ruolo di fondatrice di  marriage.com ho avuto l’opportunità di lavorare con consulenti specializzati nell’aiutare le coppie a costruire matrimoni più solidi. Mary Kay Cocharo, terapeuta esperta in relazioni che lavora con coppie e famiglie da più di 25 anni, mi ha detto che a volte forgiare un legame più forte significa abbandonare alcune idee preconcette sul matrimonio.

Curiosa, le ho chiesto di condividere le sette cose che suggerisce alle coppie di abbandonare e dimenticare. Il vostro matrimonio ne beneficerà.

1. L’idea di un partner perfetto

Pensate davvero che esista il partner perfetto? E se esistesse, cosa vi fa pensare che vorrebbe stare con voi? Dovreste rinunciare all’idea che vostro marito o vostra moglie debba essere una versione “perfetta” di ciò che è.

“A volte penso che le donne in particolare sposino l’uomo dei loro sogni e poi lo mettano subito in un programma di ‘riabilitazione’ per trasformarlo nell’uomo che volevano che fosse all’inizio! Come potete immaginare, è una cosa che confonde e infastidisce gli uomini”, ha affermato la Cocharo.

E allora qual è la moglie o il marito “perfetto”? Chiedete a dieci persone e otterrete dieci risposte diverse. Trish*, di Los Angeles, ha detto che il partner perfetto è quello che fa delle piccole cose per lei. È sposata da cinque anni con Al, che a sua volta ha detto che la partner perfetta è quella che gli dà molte attenzioni affettuose. Entrambi hanno bisogno di essere amati a modo proprio, e nessuno di questi è giusto o sbagliato.

Anziché impegnare le vostre energie ad “aggiustare” o “cambiare” il vostro partner, abbandonate questa idea. Usate l’energia per celebrare ciò che amate della persona che vi sta di fronte e per diventare il meglio che potete essere.

2. Paragonare il vostro rapporto agli altri

Guardandosi intorno nella sua chiesa di New York City, Mike non ha potuto fare a meno di notare le altre coppie. Una si abbracciava o si dava la mano in continuazione, un’altra era amichevole e aperta, e invitava sempre gli altri a casa sua. Un’altra ancora sembrava avere tutto – un lavoro splendido, tempo per fare sport… A volte si voltava verso la moglie Nina e si chiedeva perché non assomigliassero di più a loro.

È difficile non paragonare il proprio rapporto a quello altrui, ma se volete un matrimonio felice dovete abbandonare i paragoni. Quello che Mike non sapeva è che la coppia che si dava la mano stava lavorando sulla sua mancanza di intimità, quella che invitava sempre tutti aveva problemi di comunicazione, e quindi avere altre persone in casa era una buona distrazione, e quella che sembrava avere tutto era in realtà indebitata e piena di stress.

Ricordate che l’erba del vicino non è sempre più verde. Voi e il vostro coniuge siete persone uniche, e il vostro rapporto è speciale. Smettete di guardare al di fuori del vostro rapporto, concentratevi l’uno sull’altro e non avrete bisogno di fare paragoni.

3. Il bisogno di avere ragione

Jacob e Sarah sono sposati da oltre 12 anni e vivono in Florida. Nel corso del loro matrimonio si sono sempre scontrati su una cosa – se avere o meno la televisione in camera da letto. Lui la vorrebbe perché ama rilassarsi e guardare qualcosa prima di addormentarsi, lei odia l’idea perché pensa che la camera da letto dovrebbe essere una zona priva di distrazioni. Chi ha ragione?

La risposta breve è “Entrambi, e nessuno”. È un’altra di quelle questioni per le quali non esiste una risposta giusta o sbagliata (scoprirete che il matrimonio è pieno di situazioni di questo tipo). Sarah ha mostrato a Jacob degli studi su come la televisione in camera da letto influisca sul rapporto nel tentativo di mostrargli che aveva ragione, ma quello che doveva fare davvero era ascoltare il marito, cosa che non faceva.

Ci sono alcuni valori non negoziabili a cui non dovremmo rinunciare, ma nel matrimonio bisogna prendere in considerazione l’altro. Chiedetevi se è più importante avere ragione o essere felicemente sposati. Quanto è importante per me questa cosa particolare, molto o poco?

4. Superate la sofferenza

Il matrimonio non può andare avanti se i partner restano aggrappati a errori passati. È stato un grande problema nel matrimonio di May e Alex, sposati da otto anni. Lei non riusciva a gettarsi alle spalle un grave errore che lui aveva fatto in passato, e questo impediva loro di andare avanti.

Forse in passato ci sono stati incidenti o discussioni a cui ancora pensate. Se non riuscite a gettarveli alle spalle è bene ricorrere a un consulente.

“Se state vivendo un conflitto, non vuol dire che abbiate scelto la persona sbagliata da sposare”, afferma la Cocharo. “Non è vero. Il conflitto nei rapporti è un’occasione di crescita. È l’invito a diventare un partner migliore per la persona amata”.

5. Pensare di essere la stessa persona

Hillary ama uscire e fare sport, ma il marito Paul, che ha sposato sei anni fa, preferisce stare a casa a leggere o guardare la televisione. Nei primi tempi del loro matrimonio pregava Paul di andare con lei a fare una gita o a fare sport – cosa che lui faceva perché l’amava e voleva trascorrere del tempo con lei. Dopo un po’, però, lei ha capito che non si divertiva davvero, e allora ha trovato un’amica a cui piace andare a fare escursioni e va con lei. Si è anche iscritta in palestra. Paul la incoraggia a fare sport, ed è felice quando lei torna a casa.

Solo perché si è sposati non vuol dire che si debba fare tutto insieme. Un po’ di tempo separati può infatti aiutarvi a sviluppare la vostra personalità unica, che vi fa avere un’esperienza più profonda quando vi ritrovate.

6. Credere che il sesso sarà sempre fantastico

“Dovete abbandonare l’idea che il sesso sarà sempre fantastico come all’inizio”, avverte la Cocharo. “Tenete però a mente che potete ancora avere sesso caloroso, che crea un legame emotivo”.

7. L’idea che i figli miglioreranno automaticamente il rapporto

“Abbandonate l’idea che i figli miglioreranno il vostro rapporto”, suggerisce la Cocharo. “Non fraintendetemi, sarete sicuramente legati dall’amore e dall’impegno nei confronti del vostro bambino, ma molto probabilmente vi troverete anche ad essere privati del sonno, irritabili e senza molto tempo per il matrimonio”.

E allora cosa devono fare i neogenitori?

“È una buona occasione per semplificare il proprio calendario sociale e rivolgersi all’interno, al rapporto. Ritagliatevi del tempo di qualità solo per voi due, anche se si tratta solo di venti minuti di passeggiata o di dieci minuti di coccole. I bambini richiedono e meritano un grande impegno a livello di tempo ed energia, ma non dimenticate che la base della famiglia è il vostro rapporto”.

*Alcuni nomi sono stati modificati per proteggere la privacy.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
coppiamatrimonio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni