Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 01 Marzo |
Beata Giovanna Maria Bonomo
home iconStile di vita
line break icon

Dopo aver letto questo non vorrete più mettere le foto dei vostri figli sui social

PHOTO

Michal Staniewski - Shutterstock

Maria José Fuenteálamo - pubblicato il 07/05/18

Sì, state soppiantando l'identità dei vostri figli in rete

Ricordate di aver dato un consenso a Facebook perché raccogliesse e usasse i vostri dati? I vostri figli vi hanno dato quel consenso perché poteste postare le loro foto e i loro video sulle reti sociali?

Quando avete creato il vostro profilo di Facebook e quello di Instagram e delle altre reti sociali, vi hanno chiesto di fornire la vostra data di nascita, per verificare che aveste più di 14 anni. La normativa indica che nessun minore di 14 anni può usare quelle reti, e il vostro nome dev’essere reale – niente profili fittizi.

Nel nostro profilo, tuttavia, postiamo foto di altre persone, in questo caso piccole persone, che non hanno dato la propria autorizzazione e non hanno voce in capitolo al riguardo, perché sono piccole, molto piccole. Mentre scoprono ciò che li circonda al proprio ritmo, noi genitori li stiamo già mostrando al mondo postando foto su foto.

Pensateci, perché quel materiale una volta inserito nella web può arrivare molto lontano. E senza il vostro controllo. E ovviamente senza il controllo dei vostri figli, ai quali state creando un’identità digitale da quando iniziate a postarne le fotografie. Vari studi negli Stati Uniti, dove a 5 anni alcuni bambini hanno già migliaia di foto in rete, dimostrano che gli adolescenti non gradiscono gli album di foto infantili che i loro genitori hanno inserito sui social.

I britannici hanno perfino dato un nome a questa tecnica: “sharenting”: gattonamenti, primi passi, castelli di sabbia… Tutto fotografato e postato in rete. Quando vostro figlio crescerà e sarà un adolescente che modella i propri gusti e crea la propria personalità adulta, più o meno timido e più o meno follower dei vari social, quei documenti saranno ancora “lì”.

Starete pensando: “Se quando mio figlio avrà x anni non gli piaceranno le toglieremo”. Avviso a chi naviga in Internet: leggete cosa spiega Facebook al riguardo (e non solo relativamente alle foto dei vostri figli): “Quando eliminate il vostro account, eliminiamo il contenuto che avete pubblicato, come le vostre foto e gli aggiornamenti dello stato, per cui non potrete recuperare quelle informazioni”.

“Le informazioni su di voi condivise da altre persone, invece, non verranno eliminate, visto che non fanno parte del vostro account”. “Non fanno parte del vostro account”. Ricordate questa frase, solo questa frase, ogni volta che posterete una foto di vostro figlio, e vi spiego perché.

  • 1
  • 2
Tags:
figlifotografiegenitorisocial media
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
Gelsomino Del Guercio
Natuzza Evolo e gli angeli: “Li vedo come bambini pieni di luce e...
7
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni