Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 09 Marzo |
San Domenico Savio
home iconNews
line break icon

I padroni della terra in Africa

ACACIA TREE

Dianasch | Flickr CC by NC ND 2.0

L'Osservatore Romano - pubblicato il 01/05/18

Dal rapporto Focsiv

di Francesco Ricupero

Ottantotto milioni di ettari di terra fertile nel mondo in diciotto anni sono stati accaparrati da stati, gruppi e aziende multinazionali, società finanziarie e immobiliari internazionali soprattutto in Africa. Si tratta del land grabbing (accaparramento delle terre) il fenomeno di cui si occupa il primo rapporto di Focsiv realizzato in collaborazione con Coldiretti, intitolato «I padroni della terra. Il land grabbing». Dagli inizi di questo millennio — sottolinea il rapporto — il fenomeno dell’accaparramento di terre fertili, «è andato in crescendo a danno delle comunità rurali locali; a perpetrarlo stati, gruppi e aziende multinazionali, società finanziarie e immobiliari internazionali. La maggior parte dei contratti conclusi, trasnazionali e nazionali, riguardano gli investimenti in agricoltura, ripartiti in colture alimentari e produzioni di biocarburanti, a seguire lo sfruttamento delle foreste e la realizzazione delle aree industriali o turistiche».

Tra i primi dieci paesi oggetto di land grabbing vi sono i paesi impoveriti dell’Africa, come la Repubblica Democratica del Congo, il Sud Sudan, il Mozambico, la Repubblica del Congo e la Liberia. Il rapporto è una denuncia e un invito a una riflessione su quanto sta accadendo in Africa: l’applicazione di un modello di produzione e consumo che accaparra risorse per sfruttarle senza riguardo delle comunità locali, in nome di interessi dei paesi ricchi. In questo sistema economico la terra è considerata soltanto una merce in balia di un mercato privo di regole, mentre è una risorsa naturale limitata indispensabile per la sopravvivenza e la produzione di cibo. Il rapporto è un lungo percorso che parte dall’analisi del fenomeno del land grabbing per giungere a stilare un punto sulla normativa internazionale in materia di diritti umani e di promozione del diritto dei contadini alla terra.

QUI L’ORIGINALE

Tags:
africacina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
2
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Franciscan Mission of Legnano
Cerith Gardiner
Gustatevi la gioia di questi frati e suore francescani che ballan...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni