Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Marta fa cose buone ma Gesù, che la ama, non vuole che si perda il Meglio!

WOMANS LEGS
Condividi

Lo si sente nelle parole di dolce rimprovero: peccato che si inquieti, proprio ora che c'è Lui. Così succede anche a noi quando smettiamo di stare in compagnia del Signore per occuparci di troppe cose

In questo periodo il pensiero va ad alcune persone che hanno smarrito il senso della loro sequela a Cristo e anche alle istituzioni che hanno perso il loro impeto apostolico. Mi pare di aver trovato un bandolo della matassa che si riassume nel rimprovero che Gesù fa a Marta, la sorella di Maria e di Lazzaro:” Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti inquieti per molte cose; ma una sola cosa è necessaria, e Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta”(Luca 10,42). Il punto su cui non avevo riflettuto prima è che Marta fa delle cose buone. Sta preparando da mangiare per Gesù e vuole assicurare l’accoglienza a Lui e al suo seguito. Cosa c’è di meglio? Il meglio c’è, ed è quello che fa Maria: capire chi è Gesù e perciò fermarsi ad ascoltarlo, non perdere la sua compagnia.

L’inizio della perdita di senso nell’impegno di seguire il Signore sta proprio nel fare “altro” e questo altro non è una cosa cattiva ma una cosa buona che però non è “quella” che si deve fare. S’interrompe senza accorgersene il canale dello Spirito Santo. S’incomincia a parlare di libertà, si ascoltano varie opinioni, soprattutto le proprie, e ci si immerge nell’azione che a lungo andare diventa assordante. Così capita alle istituzioni apostoliche: tante opere benefiche ma si smette di trasmettere Gesù, soprattutto ai giovani: le vocazioni calano e si dà la colpa alle situazioni sociologiche. Chiedo a Gesù di darmi e di darci lo spirito di Maria, la sorella saggia che si nutre della presenza di Gesù.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.