Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconChiesa
line break icon

Il Papa rivela un difetto segreto che spesso hanno le persone religiose

MAN,PRAYS,CHURCH

Pascal Deloche | Godong

Tom Hoopes - pubblicato il 23/04/18

Una tentazione in cui i cristiani cadono da millenni. Capita anche a voi?

Ho un problema. Papa Francesco dice che potrei non essere il solo. Potreste averlo anche voi.

So molto della mia fede, ma non so sempre recitare bene le mie preghiere. Evangelizzo regolarmente a parole, ma solo occasionalmente servo davvero le persone della mia comunità. Forse posso non essere sempre disposto ad ammetterlo, ma sono ben rapido a liberarmi mentalmente di certe persone.

In breve, sono colpevole dell’essere preda di una tentazione in cui i cristiani cadono da millenni: lo gnosticismo.

Varie delle prime eresie credevano che fosse stata una “conoscenza segreta” – una “gnosi” – sul regno spirituale a salvarci. Non mi definirei mai “gnostico”, ma secondo Francesco imito gli gnostici in molti modi, e forse lo fate anche voi.

Potreste essere gnostici se nella religione non cercate altro che sentimenti.

Una frase di una vecchia canzone di Leonard Cohen sembra descrivere quello che è sempre accaduto nella mia vita: “Quando non ti senti santo, la tua solitudine dice che hai peccato”.

Se essere capaci di provare dei sentimenti è parte di ciò che ci rende umani, tendiamo a confondere i nostri sentimenti – positivi o negativi – con lo stato reale della nostra anima.

Nella Evangelii Gaudium, del 2013, Papa Francesco l’ha definita una tendenza gnostica e ha messo in guardia contro “una fede rinchiusa nel soggettivismo, dove interessa unicamente una determinata esperienza o una serie di ragionamenti e conoscenze che si ritiene possano confortare e illuminare, ma dove il soggetto in definitiva rimane chiuso nell’immanenza della sua propria ragione o dei suoi sentimenti”.

Ciò che conta non è che ci si senta santi o meno. La santità riguarda l’amore nei confronti di Dio e del prossimo, non quello che si prova.

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
gnosticismopapa francesco
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni