Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 26 Novembre |
Beato Giacomo Alberione
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Ha vissuto “virtù eroiche”, e ora 1.500 suore seguono le sue orme

FATHER VARGHESE PAYYAPILLY PALAKKAPPILLY

PD

Larry Peterson - pubblicato il 23/04/18

Padre Varghese Payyappilly Palakkappilly ha fondato le Suore gli Abbandonati, un ordine che annovera anche medici e insegnanti

Il 14 aprile, Papa Francesco ha incontrato l’ufficiale vaticano che guida la Congregazione delle Cause dei Santi e ha approvato il progresso della causa di canonizzazione del Servo di Dio padre Varghese Payyapilly Palakkappilly (il Santo Padre ha autorizzato il riconoscimento delle “virtù eroiche” dei Servi di Dio. Papa Benedetto XIV, Pontefice dal 1740 a 1758, considerato l’autorità che ha definito queste virtù, ha scritto cinque volumi al riguardo, utilizzati ancora oggi).

Varghese nacque in India, nella provincia del Kerala, l’8 agosto 1876. Frequentò la scuola di Sant’Alberto a Ernakulam, sulla costa sud-orientale indiana. Da lì si spostò al Seminario Centrale dello Sri Lanka, frequentando poi il Seminario Papale, dove venne ordinato sacerdote il 21 dicembre 1907.

Padre Verghase venne nominato parroco e servì in varie parrocchie dal 1909 al 1922. Mentre svolgeva il suo ministero nella parrocchia di Arakuzha avviò la Scuola Secondaria di St. Mary. La sua presenza e gli sforzi profusi nella scuola e nella chiesa aiutarono a riunire molte famiglie divise, e riuscì a rendere la chiesa autosufficiente acquistando delle terre.

Il sacerdote riuscì anche ad ottenere un terreno per la costruzione della chiesa siro-malabar di St. Joseph. Rimase lì fino al 1929, e durante la sua opera apostolica si assistette a un boom di vocazioni sacerdotali.

La reputazione di padre Verghase come sacerdote gentile e amorevole continuò a rafforzarsi. Divenne membro del Consiglio diocesano e direttore dell’Unione Apostolica e del Fondo di Previdenza per i Sacerdoti. La gente arrivava da ogni parte cercando i suoi consigli.

Era profondamente stimato sia dai leader ecclesiali che dai funzionari di Governo. La sua empatia nei confronti dei poveri e dei sofferenti e la sua reputazione si diffusero, soprattutto dopo che ebbe aiutato molte vittime delle grandi inondazioni del 1924. Trasformò perfino la Scuola Superiore di St. Mary in un rifugio, e portava lui stesso cibo in barca.

Il 19 marzo 1927 padre Verghese fondò le Suore degli Abbandonati. La sua intenzione era quella di portare avanti il messaggio di salvezza di Cristo tra i poveri. Trovò delle persone abbandonate, le portò nel rifugio o nella Casa per gli Anziani e le nutrì fino a che non si ristabilirono.

Oggi l’Ordine delle Suore degli Abbandonati ha più di 1.500 religiose, e include nelle sue file medici, infermiere, insegnanti e operatrici sociali. Sono diffuse in Asia, Europa, Africa e Stati Uniti, e gestiscono case per i malati e i bisognosi, centri sanitari, biblioteche, scuole, ospedali e centri oncologici.

Padre Verghese morì di febbre tifoide il 5 ottobre 1929. Venne sepolto nella chiesa siro-cattolica di San Giovanni Nepomuceno di Kornthurthy, in India. Il 25 agosto 2009 è stato dichiarato Servo di Dio dall’arcivescovo maggiore della Chiesa cattolica siro-malabar.

Quando Papa Francesco ha riconosciuto ufficialmente che padre Verghese aveva dimostrato “virtù eroiche”, il sacerdote è stato dichiarato venerabile. Si sta studiendo un miracolo attribuito a padre Verghese. Se venisse confermato, il venerabile Verghase Payyappilly potrebbe essere beatificato.

Venerabile Verghase Payyappilly, prega per noi.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
canonizzazioneindiasacerdotesuorevenerabilevirtu
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni