Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Chi detiene il record per la canonizzazione più rapida della storia?

SAINT PETER MARTYR
Public Domain
Condividi

Probabimente San Pietro Martire, meno di un anno!

In molti casi sono passati secoli tra la morte di un santo e la sua canonizzazione. Alcuni di loro, invece, come Teresa di Calcutta, hanno goduto di un iter abbreviato. Neanche la canonizzazione di Madre Teresa è stata però rapida come quella di Pietro da Verona, chiamato anche Pietro Martire, canonizzato nel marzo 1253, meno di un anno dopo la sua morte violenta.

Oggi molto regolamentato, all’epoca il processo di canonizzazione era meno elaborato, anche se la santità era sempre un’ardua conquista e molte delle persone proposte per diventare sante non sono riuscite a raggiungere l’obiettivo della canonizzazione.

Il primo caso di un Papa che ha canonizzato solo una persona ha avuto luogo nel 993, e “la canonizzazione papale era relativamente nuova” nell’era di Pietro, scrive Donald Prudlo nel suo libro The Martyred Inquisitor: The Life and Cult of Peter of Verona [L’inquisitore martirizzato: vita e culto di Pietro da Verona].

Pietro nacque verso il 1205 in una famiglia della classe media di Verona, in una zona in cui per molto tempo si sono vissuti conflitti violenti e forte agitazione politica. Una parte considerevole di quel tumulto derivava dall’ostilità tra la Chiesa cattolica e le sette religiose scisse da questa, come gli eretici catari.

Anche se Pietro aveva dei familiari che aderivano alla dottrina catara, la sua famiglia pagò perché ricevesse un’educazione cattolica. Si iscrisse all’Università di Bologna, e la famiglia sperava che seguisse la carriera del Diritto o di governo, ma Pietro iniziò ad abbracciare più strettamente la sua fede e si unì all’Ordine domenicano, fondato da poco. Venne ordinato sacerdote nel 1228 o nel 1229.

Tra i successi di Pietro c’è l’istituzione di un servizio volontario di ambulanze che continua a funzionare ancora oggi. Iniziò inoltre a guadagnarsi una reputazione come oratore pubblico. Il centro della sua predicazione appassionata erano le sette eretiche com i catari, che i Domenicani osteggiavano in modo particolare.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni