Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconNews
line break icon

Che sarà di Vincent Lambert? La moglie lo vuole morto, i genitori sono abbandonati dallo Stato, 70 medici lo difendono. Oggi la sentenza

© COURTESY OF THE FAMILY / AFP

La Croce - Quotidiano - Davide Vairani - pubblicato il 20/04/18

È il turno del terzo avvocato di Viviane e Pierre Lambert.

Vincent Lambert non ha niente a che fare con una unità di cure palliative. Vincent non è in una situazione di “fine vita”. […] Chiediamo pertanto che venga trasferito in una struttura specializzata in grado di prendersi cura davvero di una persona che ha bisogno di un piano di recupero delle autonomie di vita, [oppure che venga almeno] allontanato dalla diretta gestione del Dr. Sanchez: [magari] scendendo di due piani al reparto di fisiologia e riabilitazione. Chiedo, Vostro Onore, di restituire Vincent a coloro che sanno come prendersene cura, non a un reparto di geriatria. Se così avverrà, non esisterà più un “caso” Vincent Lambert.

Dopo due ore di audizione, il resto si consuma in poche decine di minuti. Prima il turno dell’avvocato dell’ospedale universitario di Reims, Demarais. Denuncia «una strumentalizzazione della giustizia, della legge e dell’opinione pubblica» da parte dei genitori di Vincent Lambert e dei loro avvocati. Ricorda le pressioni subite dall’ospedale e dai medici (addirittura denunce penali). Pochi minuti. Arriva il turno dell’avvocato di Rachel Lambert, verso mezzogiorno. Denuncia la pressione indebita che i genitori di Vincent stanno conducendo da anni:

Vincent Lambert è tenuto in ostaggio. Volete capire che è in stato vegetativo da dieci anni e che da almeno cinque di questi assistiamo ad una irragionevole ostinazione a tenerlo in vita?

Arriva di corsa l’avvocato di François Lambert, il nipote, da sempre vicino alla moglie Rachel.Quattro minuti d’orologio di intervento. «Quando è presente la passione, solo il Diritto può troncare la cosa». In questa situazione, «si cerca di sviare il dibattito giuridico». Il punto è uno e uno solo: sapere se la decisione del Dr. Sanchez rispetti o meno la legge Lionetti (la legge francese in materia di “fine vita”). «E qui si dà il caso. La decisione è motivata, rispetta la giurisprudenza». Fine dell’udienza.

Viene voglia di uscire. E andare via, lontano. Lontano dalle aule giudiziarie chiamate a decidere la sorte terrena di una persona che non può parlare e né scrivere. Lontano. Forse lo vorresti anche tu Vincent: andare lontano e finalmente in pace. Alzarti ed andare. Uscire da quell’ospedale. Ricominciare a vivere.




Leggi anche:
«Presidente Macron, non lasci ammazzare mio figlio!» – La straziante lettera della madre di Vincent Lambert




Leggi anche:
«State introducendo un’eutanasia ipocrita». Il duro “J’Accuse” dei 70 medici che difendono Vincent Lambert

  • 1
  • 2
Tags:
eutanasiafranciagiustiziaVincent Lambert

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni