Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 06 Febbraio |
Santi Paolo Miki e compagni
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

La statua di una Madonna incinta ha portato grazie nel Missouri

PREGNANT,MARY

Provided

Jim Graves - pubblicato il 18/04/18

Le immagini di una Vergine visibilmente incinta non sono molto comuni negli Stati Uniti, ma le cose potrebbero cambiare

Il giorno della festa della Mamma del 2015, la chiesa di Santa Maria Maddalena del quartiere di Brentwood a St. Louis, nel Missouri (Stati Uniti), ha inaugurato un santuario dedicato ai bambini non nati, soprattutto quelli morti prima di venire al mondo. È situato nel lato occidentale del vestibolo, e vi si può ammirare una statua di una Beata Vergine Maria incinta. Quella rappresentazione della Madonna non è popolare negli Stati Uniti, ha ammesso il parroco, padre Jack Siefert, ma ha riscosso molto successo tra i parrocchiani da quando è stata svelata tre anni fa.

PREGNANT MADONNA
Provided

“Vado lì vicino varie volte al giorno e vedo sempre qualcuno seduto o inginocchiato nel santuario a pregare”, ha affermato. “Non so per cosa preghino quelle persone, ma l’immagine della Beata Vergine incinta sembra parlare a chiunque”.

La statua è stata realizzata su suggerimento dell’artista Michele Bowman di Restorations Plus, una compagnia di St. Louis che restaura e crea opere d’arte religiosa. La Bowman aveva già restaurato due statue della Madonna incinta del Sudamerica su commissione privata, e ha detto a padre Siefert che un’immagine del genere sarebbe stata ideale per il nuovo tempio.

“Padre Jack ha apprezzato l’idea”, ha commentato. “Qualcuno si è interrogato sul fatto che fosse appropriato mostrare un’immagine di Maria incinta, ma abbiamo creduto che lo fosse, soprattutto per le donne incinte o per quelle che avevano perso un bambino prima della nascita”.

La Bowman ha iniziato con un’immagine in vetroresina di Nostra Signora delle Grazie, poi ha aggiunto il pancione e un’aureola di rose, l’ha dipinta a mano e ha aggiunto foglie dorate.

Oltre alla statua sono stati collocati due inginocchiatoi e candele votive, accanto a una mensola su cui le persone possono scrivere le proprie intenzioni di preghiera. “I biglietti lasciati lì sono commoventi”, ha sottolineato padre Siefert. “Sono una combinazione di tristezza, fede, speranza e amore”.

Il santuario e la sua statua di Maria incinta sono diventati popolari tra i visitatori, ha ammesso la Bowman, perché si tratta di una statua “positiva per le donne, per la causa pro-vita e per le donne che hanno rimorsi per le decisioni che hanno preso quando erano incinte. È un luogo in cui le donne possono riflettere e trovare pace”.

Anche se le statue della Madonna incinta sono rare negli Stati Uniti, in altre parti del mondo, come l’Europa, il Sudamerica o le Filippine, sono più diffuse. Possono anche essere oggetti popolari di devozione nelle case cattoliche, e si trovano nei negozi di articoli religiosi.

Il dottor Mark Miravalle, docente di Teologia presso l’Università Francescana di Steubenville ed esperto di Mariologia e Teologia Spirituale, ha notato che in una delle sue rappresentazioni più famose, come Nostra Signora di Guadalupe, la posizione del fiocco nero intorno alla vita implica che la Vergine è incinta. “Per questo motivo, Nostra Signora di Guadalupe è una patrona dei bambini non nati e intercede con forza per le cause pro-vita”.

Miravalle ha aggiunto che negli ostensori di Nostra Signora di Guadalupe, usati per la venerazione del Santissimo Sacramento, l’ostia è posizionata in quello che sarebbe il grembo di Maria.

Che si tratti di una Madonna incinta, di una Madonna con abiti diversi o di una “Madonna etnica”, apparsa ai veggenti con sembianze differenti in base alla parte del mondo in cui si è verificata l’apparizione, tutto “esprime l’universalità di Maria come madre spirituale di tutti i popoli”.

“Il cattolicesimo è una fede di incarnazione, sacramentale, che ci chiama a rispondere a manifestazioni concrete e materiali di cose spirituali e soprannaturali… [Queste diverse rappresentazioni sono] parte del modo concreto in cui incontriamo Maria, rendendola più reale e tangibile”.

Una Madonna incinta, come quella della chiesa di Santa Maria Maddalena, “può essere fondamentale per le madri, che non vogliono una madre spirituale astratta, distaccata, ma una personale, che abbraccia”.

“Come ha detto Santa Teresa di Lisieux, Maria è una regina, ma più una madre che una regina. È intronizzata a destra di Gesù, ma è anche la madre di Cana, che assume un rischio, chiedendo cose apparentemente mondane. E noi possiamo chiedere a Dio attraverso di lei cose simili che per noi non sono mondane perché non lo sono per lei”.

Padre Siefert è grato a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della statua di Maria incinta a Santa Maria Maddalena, e crede che questo abbia aiutato a rendere il tempio della chiesa per i bambini non nati “un luogo devozionale in cui si è a proprio agio”.

“Le persone vengono e si siedono o si inginocchiano davanti alla sua statua e sanno che Dio e la Beata Vergine Maria sono al loro fianco”, ha concluso.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
incintamadonnastatua
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni