Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

Quando un Papa ammette di aver sbagliato viene meno l’infallibilità?

Papa Francisco exercicios espirituais 2018
Vatican News
Condividi
Commenta

Francesco ha ammesso un errore nel caso Barros/Karadima. Ma cos'è (e cosa non è) davvero l'infallibilità papale?

Questa settimana, Papa Francesco ha inviato una lettera ai vescovi cileni affermando di essersi sbagliato nel caso del sacerdote pedofilo Fernando Karadima, le cui vittime hanno accusato anche un vescovo, monsignor Juan Barros, di aver coperto le sue azioni criminali. Per il fatto di non aver ricevuto informazioni complete sul caso relativo al vescovo, il Pontefice non aveva in mano le prove oggettive della connivenza di Barros. Il Vaticano aveva già condannato con decisione il sacerdote pedofilo, ma non sapeva fino a che punto fossero vere le accuse di copertura da parte del vescovo di Osorno. Il Papa ha poi nominato un inviato speciale, Charles Scicluna, per ascoltare personalmente le vittime.

Dopo aver ricevuto il rapporto di questi, Francesco ha dichiarato:

Per quanto mi riguarda, riconosco e voglio che trasmettiate fedelmente che sono incorso in gravi errori di valutazione e percezione della situazione, soprattutto per mancanza di informazioni veritiere ed equilibrate. Per questo, chiedo perdono a tutte le persone che ho offeso e spero di poterlo fare personalmente, nelle prossime settimane, negli incontri che avrò con i rappresentanti delle persone interpellate”.

Papa Francisco caso Barros
Sobreposição em foto de FERNANDO LAVOZ / NurPhoto

Ma il Papa non è infallibile?

L’infallibilità papale è uno dei concetti più spesso fraintesi da molte persone, anche cattoliche. In cosa consiste, e quando si applica?

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni