Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 28 Febbraio |
Sant'Auguste Chapdelaine
home iconStile di vita
line break icon

Quando la vulnerabilità diventa una forza

Mathilde De Robien - pubblicato il 16/04/18

Tutti, come esseri umani, siamo vulnerabili, ma possiamo trascendere le nostre debolezze e rendere la nostra vulnerabilità una forza feconda e creativa

Charles Gardou, antropologo, professore dell’Università Lumière Lyon 2 e dell’Istituto di Scienze Politiche di Parigi nonché autore di numerosi libri sull’handicap, spiega che la vulnerabilità, pur se distribuita in modo diseguale, caratterizza ogni essere umano.

Nessuno è immortale o onnipotente, anche se le teorie transumaniste vorrebbero farcelo credere.

Le persone disabili sono forse caratterizzate più visibilmente dalla fragilità, ma ogni persona, secondo l’antropologo, “in forme e gradi diversi, presenta ritardi, squilibri, anomalie, problemi fisici, intellettuali, psicologici, emotivi, relazionali, economici…”

Per questo, “il motore dell’esistenza umana risiede in questa lotta contro la vulnerabilità”, spiega Gardou.

Cosa fa l’essere umano per superare la sua fragilità? Secondo quanto hanno dimostrato le otto grandi personalità menzionate nel suo libro Pascal, Frida Kahlo et les autres… (Ed. Erès), l’essere umano possiede un capitale di risorse ed energie insospettate, ed esacerbate quando è necessario.

Un turbamento, un’occasione di vergogna, uno svantaggio, ecc., possono costituire uno stimolo importante. Un ostacolo apre l’accesso a un livello superiore di funzionamento e diventa un motore di sviluppo psichico.

Sappiamo, ad esempio, che quando manca un senso se ne sviluppa un altro – quando viene meno una facoltà ne sorge un’altra. L’handicap, la paralisi, la dipendenza vengono quindi compensati da altri aspetti.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
forzahandicaplibro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
6
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni