Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Negare le passioni e reprimere le pulsioni non porta a Dio

Fabrice CATERINI-INEDIZ I CIRIC
Condividi

Smettiamo di associare la santità allo spirito e il peccato alla carne. “Questo mondo è un luogo sacro e non lo sapevamo”

Spirito e carne si uniscono in Gesù. Il mio corpo nel suo corpo. Resusciterò con il mio corpo mortale, che sarà glorioso. Vincerò la morte che porto sulla terra. Tornerò alla vita eterna con le mie ferite incise, con l’eco della mia storia personale.

Nel film Paolo di Tarso si mostra quando Paolo arriva in cielo e incontra quelli che in un momento della sua vita, quando non aveva ancora conosciuto Gesù, ha perseguitato e ucciso. È un’immagine commovente.

Durante la sua vita terrena quella ferita della sua vita passata gli avrà fatto male nel profondo. Quante persone aveva fatto uccidere? Quei volti, quel sangue versato, lo avrebbero perseguitato durante molte notti insonni.

Quando arriva in cielo, però, gli si avvicinano e lo abbracciano. Lo perdonano. In cielo sarà così.

A volte soffro tanto per i miei errori passati. Ci ritorno su nelle notti di insonnia. Forse penso che siano gli altri a non perdonarmi, ma non è vero. Sono io che non mi perdono.

A volte penso che essere fedeli significhi fare tutto bene. Dire le parole opportune. Custodire il silenzio corretto. Avere i gesti adeguati. Mostrare il sorriso che consola. Dare l’abbraccio che placa le ansie.

E poi io stesso nella mia goffaggine ferisco e danneggio. E uccido credendo perfino che sia Dio a chiedermelo, come Paolo di Tarso.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni