Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 27 Febbraio |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Le suore sportive più famose del mondo

Suor Madonna Buder

Youtube

La suora "ironman" più conosciuta, Sister Madonna, chiamata dai maratoneti estremi di tutto il mondo "Iron Nun"

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 11/04/18

Dalla maratoneta estrema alle boxeur. Scopri chi sono!

Suore sportive, esperte di discipline anche estreme! Non c’è solo la preghiera nella vita di queste religiose, ma passioni incredibili coltivate a fin di bene. Il Giornale fa una rassegna di questi “casi” più eclatanti.

La suora “Ironwoman”

Suor Madonna Buder ha 87 anni. Marie Dorothy Bude, detta «Iron Nun», è una suora di ferro, è l’ironman (maratoneta estrema), o meglio l’ironwoman, più anziana del mondo. Tutta casa e chiesa fino a 48 anni, poi l’illuminazione, come Paolo sulla via di Damasco: lo sport estremo come vocazione.

E’ stata capace di partecipare a maratone estreme che prevedevano 3,860 chilometri a nuoto, 180,260 in bicicletta e 42,195 di corsa! Ogni giorno fa 20 chilometri di corsa per celebrare due messe in due città diverse.

La suora “coach”

Sister Jane, al secolo Jean-Dolores Schmidt, 98 anni dedicati al basket è cappellano gesuita e guida spirituale dei Loyola Ramblers Chicago. Che quest’anno, grazie a una serie benedetta di risultati, stanno provando a vincere nuovamente, dopo 55 anni,il campionato di basket americano NCAA.

Sister Jane per i giocatori della squadra è come una nonna a cui rivolgersi per trovare una carezza nei momenti difficili, un tecnico a cui chiedere consigli per uscire dall’angolo, un’icona a cui raccomandarsi in ogni momento, dopo essersi concentrati sulla preghiera prima della partita, cosa su cui Sister Jane non transige.

“Nonna” prepara relazioni dettagliate sugli avversari, anche adesso che siede su una sedia a rotelle, spia i punti deboli altrui, aggiusta la mira dei suoi. Non è una novizia: ha giocato a basket da liceale a San Francisco e dopo essere diventata suora, ha insegnato in una scuola di Los Angeles e allenato squadre di basket, pallavolo e softball. È lei che i giocatori corrono ad abbracciare dopo ogni partita.




Leggi anche:
“Sister match”: campionesse in abito da suora

La suora maratoneta

Suor Nicolette Vennaro, 75 enne, dopo aver rischiato la paralisi per una febbre reumatica, ha corso una quarantina di maratone per sistemare il convento di Syracuse, negli Usa, che andava a pezzi.

Marathon
© flickr

Tra le 42km, ha percorso: la New York Knickerbocker 60K, la Atlantic City Marathon, la Chicago Marathon, la Mohawk-Hudson Marathon, la maratona di Ottawa, la Disney World Marathon e la maratona di Boston di cui è più orgogliosa, completando la gara con un ottimo 3:21:11.

Ha detto di aver partecipato anche alla Maratona del Corpo dei Marines a Washington, con Oprah Winfrey.

Le suore boxeur

Un gruppo di suore polacche, racconta Aleteia (31 marzo), ha incluso la boxe nella loro routine quotidiana. Le suore cappuccine del Siostry Kapucynki Najswietszego Serca Jezusa (Cappuccine del Sacro Cuore di Gesù) hanno condiviso anche un video su Facebook per cercare di raccogliere fondi per il riammodernamento dell’orfanotrofio che gestiscono a Siennica, nell’Est della Polonia, chiamato “Casa dei Bambini“.


WOMEN OF COURAGE, SISTER MARIA ELENA BERINI

Leggi anche:
Perché un’umile suora italiana ha ricevuto un riconoscimento dal Dipartimento di Stato USA

La suora “ultras”

In Italia quando si parla di suore famose si ricorda subito Suor Cristina Scuccia che vinse il talent The Voice of Italy: i suoi gorgheggi, tra Girls Just Wanna Have Fun e Like a virgin, toccarono le 47 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Ma prima di lei un’altra suora aveva raccolto gli onori delle cronache: non una sportiva vera e propria, ma un’amante dello sport ed in particolare del calcio: Suor Paola D’Auria, “ultras” della Lazio che fece la fortuna di Quelli che il calcio.

Tags:
sportsuore
Top 10
See More