Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 25 Giugno |
home iconStile di vita
line break icon

Generazione Z: le 15 caratteristiche dei nati tra il 1995 e il 2010

Dolors Massot - pubblicato il 11/04/18

Presentano cambiamenti importanti rispetto ai “millennials”. Ecco le loro credenziali

Mentre i “millennials” iniziano a occupare posti di responsabilità nella vita politica e a livello sociale dispongono già di uno spazio pubblico in cui si riconoscono e vengono riconosciuti, il passare inesorabile del tempo ci ha consegnato la sua nuova creatura, la Generazione Z. Ma ce la presenta per amarla o per farci tremare?

Nati tra il 1995 e 2010, i membri di questa generazione vengono chiamati Z perché sono i successori dei “millennials”, chiamati anche Generazione Y, anche se la prima definizione ha fatto più presa.

Cosa definisce la Generazione Z?

1. Sono nativi tecnologici. Sono nati tra smartphone, tablet e schermi al plasma, ma a differenza dei “millennials”, che vi hanno aderito in seguito, i membri della Generazione Z hanno scoperto le istruzioni del prodotto senza che nessuno le insegnasse loro. Spingono quindi tutto ciò che hanno intorno a sé e sanno fare un selfie o seguire una lista di video di Youtube. I bambini Z hanno i puzzle sul cellulare di papà ed emettono i primi suoni davanti allo smartphone perché la nonna li ascolti…

2. Nell’apprendimento si mostrano molto indipendenti. Ricorrono a Internet per tutto, e lì si imbevono di tutorials.

3. Gli youtuber sono i loro maestri. Ci sono autentici guru, che al di là delle azioni che mostrano esercitano un’autorità sul loro pubblico e ne caratterizzano lo stile di vita: modi di vestire, marche, consumo di prodotti, opinione su alcool e droghe…

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
giovani
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
5
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
6
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
7
Gelsomino Del Guercio
Roberto Mancini e la sua fede: “La Madonna è la mamma di tu...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni