Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La Messa cattolica verrà celebrata in una cattedrale svedese per la prima volta dalla Riforma

Wikimedia Commons
Condividi

Il cappellano luterano ha offerto la cattedrale come luogo di adorazione temporaneo durante i lavori in una chiesa cattolica

Per la prima volta in 500 anni, nella cattedrale svedese di Lund verrà celebrata la Messa cattolica.

La Chiesa luterana ha offerto la possibilità di utilizzare la cattedrale a partire dal 21 ottobre alla parrocchia di San Tommaso mentre il tempio è chiuso per via di alcuni lavori di restauro.

La visita di Papa Francesco in Svezia nell’ottobre 2016 per una commemorazione congiunta cattolico-luterana del 500° anniversario della Riforma è stata in parte responsabile dell’offerta, ha affermato il reverendo Lena Sjöstrand secondo Vatican News.

In quell’incontro, il Papa e i leader della Federazione Luterana Mondiale hanno pregato per il perdono e hanno auspicato di rimuovere gli ostacoli esistenti alla piena unità dei cristiani.

La visita del Pontefice “ha toccato tante persone”, ha dichiarato la Sjöstrand. In uno sforzo per dimostrare alla gente che non si trattava di un “evento una tantum”, ha affermato che le due comunità religiose hanno tenuto ogni mese da allora i Vespri congiunti nelle Chiese l’una dell’altra.

La cattedrale di Lund risale all’XI secolo, era il centro della Scandinavia cattolica e ha dato origine a oltre 20 chiese, monasteri e conventi nella diocesi. Durante la Riforma, tutte le chiese di Lund sono state distrutte, tranne la cattedrale e la Klosterkyrkan, già chiesa di un monastero benedettino.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni